Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Conversazioni su Arnaldo Pomodoro tra scultura, teatro e architettura

SAB, 3 MAR 2018

A un anno dalla grande mostra antologica che ha celebrato i 90 anni di Arnaldo Pomodoro, la Fondazione ripropone, in tre documenti video, le “Conversazioni tra scultura, teatro e architettura”.

Ingresso
Libero
Orari
10.30 - 16.30
Dove
Palazzo della Triennale
CONDIVIDI

Il primo video, dal titolo Una completezza fatta di incompletezze approfondisce l’attività scultorea di Arnaldo Pomodoro. Ad accompagnarlo in questo racconto – che si è tenuto il 12 gennaio 2017 al Museo del Novecento a Milano – che ripercorre l’intera sua vicenda artistica, dagli inizi fino alla grande antologica che Milano gli ha dedicato in occasione del suo novantesimo anniversario, ci saranno Ada Masoero, Giorgio Zanchetti, Tommaso Trini.

L’invenzione dello spazio scenico è il titolo del secondo filmato che analizza la passione di Arnaldo Pomodoro per il teatro che lo ha portato a creare, in oltre cinquant’anni di attività, delle scenografie per spettacoli quali Caterina di Heilbronn di Kleist, sul Lago di Zurigo nel 1972 con la regia di Luca Ronconi, la trilogia dell’Orestea di Emilio Isgrò da Eschilo sui ruderi di Gibellina messa in scena tra il 1983 e il 1985, con la regia di Filippo Crivelli, o ancora il dittico Cavalleria rusticana di Mascagni, Šárka di Janáček al Teatro La Fenice di Venezia nel 2009, con la regia di Ermanno Olmi, Teneke alla Scala di Milano.

L’incontro, tenutosi al Museo Poldi Pezzoli a Milano, il 19 gennaio 2017, ha visto protagonisti, oltre ad Arnaldo Pomodoro, Antonio Calbi, Ferdinando Bruni ed Emilio Isgrò.

Il terzo video, infine, approfondisce il rapporto tra la scultura di Arnaldo Pomodoro e l’architettura. La serata del 26 gennaio 2017, la Triennale di Milano aveva ospitato un dibattito tra l’artista, Aldo Colonetti, Gillo Dorfles e Alberto Ferlenga, nel quale si era parlato di alcuni progetti “visionari” di Pomodoro che, nel loro insieme, mostrano il dialogo tra l’opera scultorea, l’architettura e lo spazio circostante, come il Simposio di Minoa a Marsala, e il Carapace, la Cantina delle Tenute Lunelli a Bevagna, in Umbria, il monumento di Pietrarubbia e il progetto per il nuovo Cimitero di Urbino.

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved