Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Il volo di Apepè, l’ape cantante metropolitana al Giardino della Triennale

DOM, 11 SET

Conosci il magico mondo delle api nella Honey Factory del giardino della Triennale

Orari
16.30
Dove
Palazzo della Triennale
CONDIVIDI

Il laboratorio Il volo di Apepè, l’ape cantante metropolitana, ideato dall’apicoltore Mauro Veca, nell’ambito delle attività legate al progetto HoneyFactory di Francesco Faccin, ha l’obiettivo di far conoscere il magico mondo delle api e la loro importanza per l’ambiente, la salute e l’alimentazione. Viene realizzato con la presenza delle api all’interno della Honey Factory situata nel giardino della Triennale e con il coinvolgimento dei bambini attraverso il canto.

Sarà possibile osservare, in totale sicurezza, la vita, le danze e i voli delle api….e per i più golosi, assaggiare il miele direttamente dal favo.

Il volo di Apepè propone una riflessione sul tema della trasformazione della materia in alimento ma soprattutto sul tema della salvaguardia delle api in un contesto urbano e, in generale, della salvaguardia delle biodiversità.

L’apicoltura è un’attività dai grandi vantaggi ambientali. Le api rappresentano l’anello di congiunzione tra il mondo vegetale e quello animale perché, grazie al loro operato, la maggior parte delle specie vegetali può riprodursi ed essere fonte di nutrimento.

A partire dall’osservazione delle api dal vivo, il laboratorio ha lo scopo di presentare ai bambini, in modo divertente e coinvolgente, la vita delle api nell’alveare, la loro l’organizzazione sociale (i diversi ruoli della regina, dei fuchi e delle api operaie) e la loro grande importanza nell’ecosistema. Viene inoltre introdotta la figura dell’apicoltore e i suoi attrezzi del mestieri per fare capire il corretto rapporto tra uomo e ape e l’importanza di questo lavoro per la salvaguardia dell’ambiente.

Al termine del laboratorio è prevista una degustazione di miele artigianale.

HoneyFactory è un luogo dedicato alla produzione del miele (contiene infatti un’arnia tradizionale) e alla conservazione dell’attrezzatura necessaria alla conduzione di un alveare ma, soprattutto, è un punto di informazione urbana riguardo l’attualissima e antichissima tematica dell’allevamento di api. Protegge l’arnia dalle intemperie mantenendo la temperatura costante e una ventilazione ottimale. Il grande “camino”, segno forte del progetto, ha la funzione di allontanare la zona di entrata/uscita delle api dalle persone e da possibili atti di vandalismo; infatti il “predellino di volo” solitamente collocato a pochi centimetri da terra, si trova ad un’altezza di 4,50mt. Un vetro, inoltre, permette di osservare da molto vicino i movimenti codificati e la misteriosa “danza delle api”.

In città, HoneyFactory svolge prima di tutto una funzione didattica permettendo di avvicinarsi al mondo complesso e affascinante di questi insetti, osservarli, ascoltarne il ronzio. Le api attraverso un processo di trasformazione della materia creano un alimento ricchissimo, completo e sostenibile che, senza rielaborazioni, dal produttore arriva direttamente al consumatore. Un alveare ha un’area di “bottinamento” fino ad un raggio di 3Km, distanza assolutamente compatibile con un parco urbano medio delle nostre città. Può diventare un vero e proprio centro per la divulgazione della cultura dell’alimentazione sostenibile attraverso corsi, iniziative e dimostrazioni al pubblico aiutando a superare ritrosie e pregiudizi nei confronti di un insetto importantissimo per il mantenimento della biodiversità. HoneyFactory è stata di recente installata a Seoul, in Corea, e, presto, a Stavanger, in Danimarca, a Berlino e in altri luoghi nel mondo nei prossimi mesi.

Ingresso
Ingresso libero (durata 60′ circa)

Informazioni
Per informazioni tdmkids@triennale.org

Credits


A cura di TDMEducation

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved