Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo chiusi

Orari di apertura

Oggi siamo chiusi

P101, dal 1965 al 2017
Il primo pc del mondo in funzione con i nuovi devices

DOM, 5 MAR 2017

Incontro dedicato al primo computer da tavolo della storia: "P101"

Ingresso
Libero
Orari
18.30
Dove
Palazzo della Triennale
CONDIVIDI

Intervengono:
Mario Bellini, architetto e designer, progettista della P101
Pierpaolo Perotto, figlio di Pier Giorgio Perotto, progettista della 101
Carlo Torchio, Associazione italiana collezionisti macchine per ufficio d’epoca
Gastone Garziera e Giovanni De Sandre, progettisti di Programma 101

Modera:
Massimo Triulzi

La chiamarono P101 anche perché in inglese suonava bene (pi uan o uan), in realtà il successo travolgente, a New York nel 1965, lo fece perché questo oggetto era davvero un “marziano”, il primo computer da tavolo, ovvero il primo personal computer, della storia dell’umanità.
Rivoluzionario nell’elettronica, pensata dall’ingegner Pier Giorgio Perotto e dal suo team, e nel design, firmato da Mario Bellini. In poco tempo vennero prodotte migliaia di copie alcune delle quali vennero acquistate anche dalla NASA che nel 1969 utilizzò la P101 per far arrivare il primo uomo sulla Luna nell’estate di quell’anno.
Il 5 marzo con Mario Bellini e Perotto jr, oltre a Gastone Garziera e Giovanni De Sandre, collezionisti, esperti e noti progettisti Olivetti, la P101 tornerà a funzionare e sarà protagonista anche di un collegamento con l’interfaccia Arduino, in uno scambio tra passato, presente e futuro. Dopo quella avventura straordinaria Bellini ha disegnato all’incirca un centinaio tra macchine, calcolatori e computer Olivetti, ultimo dei quali Quaderno, laptop disegnato nel 1992. Un successo lungo 30 anni nel corso dei quali Steve Jobs ha cercato di portare, ma invano, Bellini nella sua Apple, come si legge nella biografia del guru di Cupertino.

Alcune delle macchine Olivetti sono attualmente in mostra nella retrospettiva/prospettiva Mario Bellini. Italian Beauty.

Credits


In collaborazione con Museo Tecnologicamente di Ivrea

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved