Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Presentazione
del volume
di Cristina Morozzi
Il design non è una cosa seria
Memorie di una ragazza radicale

MER, 15 NOV 2017

Ne discutono con l’autrice Silvana Annicchiarico, direttore del Triennale Design Museum, e Franco Raggi, architetto

Orari
18.30
Dove
Palazzo della Triennale
CONDIVIDI

Triennale Design Museum presenta il volume di Cristina Morozzi Il design non è una cosa seria. Memorie di una ragazza radicale, edito da Rizzoli.

Il design non è una cosa seria. Memorie di una ragazza radicale è l’autobiografia di Cristina Morozzi, da lungo tempo impegnata nel campo del design italiano, che, per la prima volta, riavvolge il filo della propria vita, saldamente intrecciata con l’affermarsi e l’evolversi del design, da lei vissuto ed esplorato con instancabile curiosità e competenza. Questo volume è un intenso racconto di vita, con l’infanzia fiorentina in una famiglia fuori dal comune, culla ideale per il suo sguardo curioso, in bilico fra arte, filosofia, moda e invariabilmente attirato dall’inedito e dal sorprendente. Un racconto personale che coincide con la sorprendente avventura del design italiano, che non è ancora finita.

Cristina Morozzi è fra i più autorevoli esponenti del design contemporaneo mondiale. È stata Director of Education della School of Design dell’Istituto Marangoni, per il quale oggi svolge i compiti di Brand Ambassador e consulente. Per Altagamma ha curato la mostra Altagamma Italian Contemporary Excellence ed è attualmente membro dell’Advisory Board del Premio Giovani Imprese. Ha diretto per 9 anni la rivista “MODO”. Scrive per varie riviste nazionali e internazionali di design, fra cui “Interni” e “MFL”. Per Rizzoli ha curato i volumi illustrati “Cucine Italiane” (2013) e “Damiani. Alchimia del desiderio.” (2014), “The Moodboarders. Storie di disobbedienza dal mondo del design” (2015). Fra le principali mostre da lei curate: L’anima sensibile delle cose (2009, Milano, Triennale Design Museum, catalogo Electa), Salvatore Ferragamo Evolving Legend, Shanghai, Museo di Arte Moderna quindi Triennale di Milano (2008), Le Manifatture Aristocratiche, Palazzo Cavour, Torino (dicembre 2002-febbraio 2003).

 

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved