30 Novembre 2005. 30 Gennaio 2006.

Triennale di Milano
DESIGN
Condividi con Facebook
Condividi con Twitter
Condividi con Google+
Condividi con LinkedIn

A cura di Giulio Ceppi, TotalTool
Comitato scientifico:
 Virginio Briatore, Fulvio Carmagnola, Paolo Casti, Giulio Ceppi, Giovanni Lanzone, Davide Rampello, Alberto Veca

La mostra indaga una particolare relazione tre design e pubblicità, presentando 30 campagne pubblicitarie, realizzate dalle principali agenzie creative italiane, e riproducendone i relativi modelli tridimensionali: oggetti d’arredo, prodotti alimentari e cosmetici, imballaggi, capi d’abbigliamento, accessori moda...

Particolarità di tali oggetti consiste nell’essere nati esclusivamente per comunicare e non per essere venduti, invertendo la sequenza logica per cui prima si vorrebbe vendere e quindi successivamente si comunica.
Gli oggetti rappresentati, sospesi tra reale e virtuale, tra gioco e citazione, sono organizzati in quattro categorie che ne descrivono il processo creativo: Assemblaggio, Estensione, Ingrandimento, Ibridazione.
Gli Oggetti Esisitibili sono i protagonisti emblematici di un fenomeno comunicativo emergente, e al tempo stesso la dimostrazione della fluidità con cui si muove la creatività nel XXI secolo. Infatti i 30 modelli sono al tempo stesso comunicazione e design, riferimenti ed echi dalla storia della pittura e dell’arte, piuttosto che applicazione disinvolta delle formule del brand business e delle prassi del marketing.

All’esposizione e al convegno di apertura, si affianca un catalogo a colori di 120 pagine, con saggi di Virginio Briatore, Fulvio Carmagnola, Giulio Ceppi, Giovanni Lanzone, Davide Rampello e Alberto Veca, edito da Scheiwiller Edizioni.

TAGS