13 Aprile. 25 Aprile 2005.

Triennale di Milano
DESIGN
Condividi con Facebook
Condividi con Twitter
Condividi con Google+
Condividi con LinkedIn

La collaborazione tra Abet Laminati e Ettore Sottsass ha dato origine ad un modo nuovo di concepire il laminato. Una committenza illuminata e coraggiosa da una parte e la straordinaria sensibilità al colore e la grande capacità di Ettore Sottsass di utilizzare il disegno e la sua forza evocativa dall’altra hanno generato una serie di lavori e di manufatti che sono raccolti in questa mostra in cui Abet Laminati festeggia con Ettore Sottsass 40 anni di felice intesa e intenso lavoro.

Il laminato era stato utilizzato fino agli anni ’60 come mera superficie che riproduceva, per imitazione, qualcosa di già esistente in natura (il finto legno, il finto marmo, etc). La grande intuizione di Abet Laminati fu quella di comprendere che il laminato poteva avere una propria indipendente ed originale capacità espressiva, che poteva contribuire a dare identità alla superficie di un oggetto, che poteva vestire un mobile o una piano cambiandone la percezione.

Un approccio rivoluzionario e innovativo che col progredire delle tecniche di stampa e serigrafia ha dato origine a nuove ed inedite soluzioni creative.

Questo percorso è raccontato nella mostra allestita su progetto di Milco Carboni, Studio Sottsass Associati. Vengono esposti pezzi di Alchimia, Memphis e Poltronova, il lavoro fatto per Esprit e alcuni pezzi unici realizzati per la Galleria Mourmans.

TAGS