17 Aprile. 22 Aprile 2012.

Triennale di Milano
BELGIUM IS DESIGN
Condividi con Facebook
Condividi con Twitter
Condividi con Google+
Condividi con LinkedIn

EVENTI COLLEGATI.

17 Aprile. 20 Aprile 2012 dalle 18.30 alle 20.00.

Insalata Belga

APPUNTAMENTO

MOSTRE SUGGERITE.

17 Aprile. 22 Aprile 2012.

Triennale Design Week 2012

Triennale di Milano


DESIGN

Organizzazione : Belgium is Design
A cura di Giovanna Massoni
Assistente, Redazione: Emma Firmin
Allestimento e grafica: Lofi-Studio

“Belgium is Design” è lieta di presentare Perspectives, una mostra che intende tracciare un quadro esaustivo del design belga contemporaneo e che vede la partecipazione di 25 designer e aziende, emergenti e affermati.

Attraverso una collezione di prototipi, prodotti, servizi, progetti e sistemi, Perspectives offre una raccolta di prospettive specifiche e diversificate dalle quali partire per riflettere sull’influenza e sull’impatto del design nella quotidianità, sulla sua capacità di agire in maniera parallela, armoniosa o discordante nelle nostre vite.

Perspectives pone l’accento non solo sul presente del design ma anche sulla sua “preistoria” e sulle sue proiezioni di senso nel futuro. Da un punto di vista sociale, il design nasce da un desiderio di cambiamento, da una rappresentazione, più o meno utopica, di qualcosa che migliori quanto già esiste. Una motivazione che pervade anche la prospettiva culturale del design, in cui le forme, i materiali, le realizzazioni tecniche, i processi di produzione divengono importanti indicatori antropologici ed evidenziano l’evoluzione del comportamento umano, i bisogni e i desideri.

Facendo riferimento sia al contesto globale che a quello locale, il concetto della rassegna si sviluppa attraverso l’individuazione di cinque differenti scenari: il design industriale, il design autoprodotto (il designer/artigiano), il design art (il pezzo unico), il design sociale e il design come “opera aperta” (Open Source, downloadable design, prototipaggio rapido). A partire da queste “griglie prospettiche” indicative, la mostra traccia una sorta di inventario di prospettive, dimostrando come i diversi ambiti del progetto possano confluire, convergere e divergere.

Partecipanti
ALINEA
ALLER-RETOUR
MICHAËL BIHAIN
BRAM BOO — per Bulo
51N4E, CHEVALIER-MASSON, JULIE VANDENBROUCKE 
D’HANIS & LACHAERT
JEAN FRANÇOIS D’OR — per Deknudt Mirrors-Reflect+
MAARTEN DE CEULAER
DECLERCQ MOBILIER
NATHALIE DEWEZ — per Established & Sons
ALAIN GILLES — per O’Sun
KASPAR HAMACHER
LINDE HERMANS
LIMITED EDITION
XAVIER LUST — per .MGX by Materialise
ALOK NANDI
NEDDA — per Demeyere
OBJEKTEN
OPENSTRUCTURES
PAPILIO / PRADO RUGS
STEFAN SCHÖNING — per Sigmaplan
STRATEGIC DESIGN SCENARIOS — per Agenda 21
UNFOLD
DANNY VENLET — con AGC Glass Europe
SYLVAIN WILLENZ — per Stattmann Neue Möbel