Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Anna Resmini, Giulia Zaffaroni, Emanuele Maniscalco
TATCH Leggere con tutti i sensi

15 - 20 MAGGIO 2018

tatch_sito
Ingresso
Biglietto unico 5,00 Euro
Orari
Martedì - venerdì ore 10.30, 11.30
Sabato - domenica 10.30, 11.30, 3.30, 4.30
Durata: 30’
Posti limitati
PRIMA ASSOLUTA
Dove
Palazzo della Triennale
CONDIVIDI
TATCH è un coinvolgente laboratorio/performance in un ambiente protetto, un’occasione di sperimentazione e avvicinamento alla tecnologia per i più piccoli.

Una proposta per i più piccini, un invito a una prima esperienza di lettura che coinvolge tutti i sensi. TATCH è una performance interattiva multisensoriale che, unendo creatività e tecnologia, combina immagini e suoni per stimolare i processi di osservazione, riconoscimento, ascolto e immaginazione fin dalla prima infanzia. Accompagnati dai genitori, i bambini potranno esplorare lo spazio in libertà interagendo con tutte le parti del corpo, lasciandosi guidare dagli stimoli visivi e sonori che l’installazione propone. TATCH è un coinvolgente laboratorio/performance in un ambiente protetto, un’occasione di sperimentazione e avvicinamento alla tecnologia per i più piccoli. Un progetto nato dalla collaborazione interdisciplinare tra la giovane artista e illustratrice Anna Resmini, la colorista e illustratrice Giulia Zaffaroni e il musicista e fotografo Emanuele Maniscalco.

Anna Resmini è una giovane artista e illustratrice. Laureata in Storia dellʼArte, si specializza in filosofia estetica e approfondisce la sua passione per lʼillustrazione alla School of Visual Art di New York. Nel 2013 i suoi lavori vengono selezionati alla Bologna Childrenʼs Book Fair e, nel 2016, al concorso internazionale Three x Three International Illustration Awards. Coltiva il suo talento lavorando per case editrici italiane ed estere, realizza animazioni e sviluppa progetti creativi per aziende e associazioni culturali. Dal 2013 pubblica le sue illustrazioni sul Corriere della Sera. Nel 2017 è stata collaboratrice del The New York Times.

Emanuele Maniscalco studia musica e fotografia dalla giovane età. Il suo talento e le prime esperienze come batterista gli procurano lʼattenzione di alcuni tra i principali protagonisti della scena italiana: Enrico Rava, Stefano Battaglia, Pietro Tonolo, Stefano Bollani, Ares Tavolazzi, Gianluca Petrella, Emanuele Cisi, Francesco Bearzatti, Sandro Gibellini e molti altri. A 22 anni decide di dedicarsi allo studio del pianoforte, in gran parte da autodidatta, e dal 2011 approfondisce la tecnica dellʼimprovvisazione a Copenaghen. Le sue esibizioni sono accolte da palcoscenici importanti ma anche da piccoli locali underground in tutto il mondo, dove si esibisce sia come pianista che come batterista. Ha lavorato con attori, danzatori e artisti visivi e ha partecipato allʼincisione di oltre quaranta album in studio.

Giulia Zaffaroni è colorista e illustratrice per case editrici, associazioni e privati. Studia Conservazione dei beni culturali allʼUniversità di Parma, dove si è laurea con una tesi in archeologia. Successivamente si dedica alla carriera artistica, frequentando la scuola serale di illustrazione dello IED, due corsi estivi presso lʼassociazione Artelier di Padova e la scuola di illustrazione di Sarmede, e corsi di aggiornamento presso la libreria-laboratorio Spazio BK a Milano. Dal 2013 sperimenta percorsi creativi, dʼarte e disegno per bimbi, propone progetti di educazione allʼimmagine e lettura di albi illustrati, a domicilio e presso librerie e biblioteche. Dal 2015 collabora con Anna Resmini alla creazione di laboratori multidisciplinari e con lei nel 2016 crea il progetto FormeSonore in occasione del festival Uovokids di Milano.

Per bambini dagli 0 ai 12 mesi. 

Credits


installazione visiva a cura di: Anna Resmini e Giulia Zaffaroni
esperienza sonora a cura di: Emanuele Maniscalco

vectorealism_logo_sito-rgb

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved