Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Ant Hampton, Tim Etchells
The Quiet Volume

7 - 9 MAR 2018

tqv-sito_lorena-fernandez
Ingresso
Libero
Prenotazione obbligatoria: fondazione@fondazionefeltrinelli.it
Orari
dalle 9.30 alle 17.30
Durata: 60’
Dove
Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
viale Pasubio 5
CONDIVIDI
Una performance che trae la sua forza dalla tensione comune a ogni biblioteca nel mondo, quella particolare combinazione di silenzio e concentrazione all’interno della quale prendono luogo diverse esperienze di lettura.

“Una storia fatta di pagine che si sfogliano, dita che indicano e pensieri che misteriosamente iniziano a vagare.” The New York Times

Una performance esperienziale, nata dall’incontro tra due degli esponenti più originali e sovversivi della scena performativa britannica: Ant Hampton e Tim Etchells, direttore artistico di Forced Entertainment. Nella Sala Lettura della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli vengono consegnati un iPod e delle cuffie. Lo spettatore, seduto di fianco al suo compagno di esperienza, ha di fronte una pila di libri e segue le istruzioni vocali. Come sotto una lente d’ingrandimento, ogni rumore è amplificato, ogni movimento si riempie di significato. I segni neri sulle pagine che lo spettatore è invitato a guardare e condividere si rivelano capaci di infinite possibilità. Una pratica solitaria come la lettura si apre al mondo esterno. Un sensazionale pezzo di “autoteatro”.

 

Ant Hampton è un performer inglese di fama internazionale. Inizia la sua carriera nel 1998 con un progetto teatrale che oltrepassa le tradizionali convenzioni di genere, abbracciando teatro, installazione e scrittura. La sua ricerca indaga il rapporto tra la vita e l’automazione, interesse sfociato in una tecnica chiamata “autoteatro” in cui il pubblico, guidato attraverso la performance da una registrazione audio, ne diventa protagonista e attore. Ha collaborato con i grandi nomi della scena artistica contemporanea, tra cui Glen Neath, Joji Koyama, Isambard Khroustaliov (Sam Britton), Tim Etchells, Gert-Jan Stam, Britt Hatzius, Christophe Meierhans. Nel 2008 partecipa a con un progetto inedito a Manifesta 7 a Bolzano. Negli anni ha collaborato con Ivana Müller, Anna Rispoli, Jérôme Bel, Forced Entertainment. Ha insegnato in programmi per artisti come MAKE (Irlanda) A-PASS, Sound Image Culture (Belgio) e Dasarts (Olanda), in collaborazione con la regista ungherese Edit Kaldor. Ha creato e diretto workshop in tutto il mondo, inclusi Fantasy Interventions – Writing for Site-Specific Performance e Raising Voice in Public Space con Edit Kaldor.

Tim Etchells è un artista, regista e scrittore inglese tra i più importanti della scena mondiale. Ha lavorato in contesti diversi, principalmente come direttore artistico della compagnia Forced Entertainment, celebre in tutto il mondo, ma anche collaborando con artisti visivi, coreografi e fotografi. Oggi è professore alla Lancaster University. Al suo lavoro sono state dedicate mostre in importanti gallerie, quali VITRINE, Gasworks e Sketch di Londra, Contemporary Art Gallery di Vancouver, Bunkier Sztuki di Cracovia, Galerije Jakopič di Lubjana e Künstlerhaus di Brema. Ha inoltre partecipato a Manifesta 7 e ad Art Sheffield (2008), alla Goteborg Biennial (2009), all’October Salon Belgrade e alla Aichi Triennale in Giappone (2010), a Manifesta 9 (2012) e alla Folkestone Triennial (2014). Ha realizzato installazioni pubbliche permanenti in diverse città in Inghilterra e in Europa. Dopo la sua monografia sulla performance e sul lavoro con i Forced Entertainment, intitolata Certain Fragments (1999), Vacuum Days (2012) e While You Are With Us Here Tonight (2013) sono tra i suoi libri più recenti. Nel 2007 ha ricevuto un dottorato ad honorem al Dartington College of Arts, come riconoscimento per i suoi lavori per e sulla performance contemporanea. Dal 2009 al 2010 è Legacy: Thinker in Residence alla Tate Research e presso la Live Art Development Agency di Londra. Dal 2010 al 2012 è Visiting Honorary Professor alla School of Arts della Roehampton University e dal 2011 al 2012 insegna alla Sheffield University. Nel 2016 vince il Spalding Gray Award, promosso da un consorzio di istituzioni americane che si occupano di performing arts, quali il PS122 di New York, il Walker Arts Centre di Minneapolis, l’Andy Warhol Museum di Pittsburgh e On The Boards di Seattle, che lo premiano per il suo ruolo di “intrepido innovatore della forma teatrale”.

 

Un progetto Triennale Teatro dell’Arte e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

Credits


creazione: Ant Hampton, Tim Etchells
voci versione inglese: Ant Hampton, Seth Etchells, Jenny Naden
produzione artistica: Katja Timmerberg
registrazione binaurale: TiTo Toblerone
commissione e produzione: Ciudades Paralelas, a festival of portable theatre a cura di Stefan Kaegi e Lola Arias, organizzato in coproduzione tra HAU Berlin e Schauspielhaus Zürich, in collaborazione con Goethe-Institute Warschau, Teatr Nowy e la fondazione Teatr Nowy, commissionato da Kulturstiftung des Bundes, Pro Helvetia e Goethe Institute Buenos Aires
coproduzione: Vooruit Arts Centre, Belgium
debutto e co-produzione della versione italiana: Uovo performing arts festival, Milano
supervisione: Martina Pozzo
direttore dI produzione: Paolo Rumi
prima voce: Emanuele Fortunati
voce di bambino: Pietro Ferro
terza voce: Franca Porzio
traduzione: Maddalena Fiocchi
registrazioni audio e editing: Andrea Pestarino @Music Production
foto: Lorena Fernandez

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved