Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Atelier dell’Errore
Piccola Liturgia Errante

18 NOV 2018

atelier-dellerrore_w
Ingresso
Ingresso libero fino a esaurimento posti
Prenotazione obbligatoria (biglietteria.teatro@triennale.org)
Orari
Ore 16.00
Durata 60'
Dove
Triennale Teatro dell'Arte
CONDIVIDI
Un reading-video-performance in veste liturgica in cui gli straordinari protagonisti danno vita a un’esperienza davvero unica e irripetibile

“Oggi l’Atelier e` un meraviglioso zoo itinerante di invenzioni linguistiche e di creature della Giustizia.” La Repubblica

Piccola Liturgia Errante è un progetto ambizioso, la prima drammaturgia realizzata dall’Atelier dell’Errore totalmente autarchica e “urgentemente autentica”.
Nato nel 2002 dall’artista Luca Santiago Mora, l’Atelier dell’Errore è un laboratorio di arti visive ideato per il servizio di Neuropsichiatria Infantile dell’AUSL di Reggio Emilia e, dal 2013 per quello dell’A.O. Papa Giovanni XXIII di Bergamo. In questi sedici anni, si è rivelato validocomplemento all’attività clinica, ma anche vera e propria “opera d’arte relazionale”. Dopo diverse partecipazioni internazionali legate all’arte contemporanea, nell’aprile 2017 l’Atelier è chiamato dal Teatro delle Albe e dalla redazione di Doppiozero a presentare il proprio lavoro nell’ambito del festival Enter ed è così che nasce Piccola Liturgia Errante.
Una sorta di reading-video-performance in veste liturgica in cui gli straordinari protagonisti danno vita, attraverso letture, oracoli, profezie e drammatizzazioni dal Vangelo dell’Atelier dell’Errore, a un’esperienza davvero unica e irripetibile.

Atelier dell’Errore è un progetto promosso dal 2002 dall’artista visivo Luca Santiago Mora per il servizio di Neuropsichiatria Infantile dell’AUSL di Reggio Emilia. Dal 2011 è stata costituita ufficialmente l’associazione Atelier dell’Errore Onlus, con il mandato di promuovere l’esperienza acquisita e riproporla in realtà analoghe sul territorio nazionale. Dal gennaio 2013, grazie a un finanziamento privato, è stato inaugurato Atelier dell’Errore in Museo, al servizio della Neuropsichiatria Infantile dell’A.O. Papa Giovanni XXIII di Bergamo in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e il Museo di Scienze Naturali E. Caffi. Oltre che valido complemento all’attività clinica della Neuropsichiatria Infantile, Atelier dell’Errore si è rivelato importante “opera d’arte relazionale o scultura sociale” (J. Beuys), e come tale ha partecipato a numerose manifestazioni internazionali d’arte contemporanea. Nel 2014 Giulia Zini (Atelier dell’Errore BIG) ha vinto l’Euward 6, Art in Disability, premio internazionale quadriennale a cura di Augustinum Stiftung e Buchheim Museum (Monaco di Baviera). Dal 2014 collabora alla direzione artistica dell’Atelier dell’Errore l’artista visivo Giovanni De Francesco. Nel 2015 nasce Atelier dell’Errore BIG, alta scuola di specializzazione e professionalizzazione nell’ambito delle arti visive nata su sollecitazione dei genitori dei ragazzini che con la maggiore età, lasciando la Neuropsichiatria Infantile, non avrebbero più avuto la possibilità di proseguire il loro percorso artistico con l’Atelier dell’Errore. Fin dalla sua costituzione Atelier dell’Errore BIG è ospitato all’interno di una delle più importanti collezioni private di arte contemporanea, la Collezione Maramotti di Reggio Emilia. Dalla collaborazione con la Collezione Maramotti e Max Mara sono nati alcuni importanti progetti: Uomini come Cibo (2015), installazione site-specific che ha occupato tutti e cinque i piani di un palazzo storico nel centro di Milano durante i mesi dedicati a EXPO 2015 ribaltandone il tema con un esteso archivio di animali che cacciano e si nutrono esclusivamente di esseri umani; The Guardian Animals + other invisible beings (2016), installazione site specific per la Moretti Gallery London e inserita nel programma di Frieze Art Fair London 2016; Atlante di Zoologia Profetica (2016), volume edito da Corraini Edizioni, a cura di Marco Belpoliti; Open Studio (2017 e 2018), apertura al pubblico dello spazio Atelier dell’Errore BIG in occasione del festival Fotografia Europea.

Credits


ideazione, drammaturgia, regia: Luca Santiago Mora, Giovanni De Francesco
testi: Christian+Francesco+Nicolas (Atelier dell’Errore), Allen Ginsberg, Luca Santiago Mora
performer erranti: Nico+Matteo+Giulia+Cristian+Lorenzo+Nuru+Nicole+Francesco (Atelier dell’Errore)
macchinisti erranti: Gianluca+Dieolhak (Atelier dell’Errore)
scenografia: Giovanni De Francesco
video e immagini: Luca Santiago Mora
costumi: Costanza Maramotti
assistenza tecnica: Francesco Colombelli
organizzazione: Simonetta Rinaldi
produzione: Atelier dell’Errore Onlus
con il sostegno di: Collezione Maramotti, Fondazione Alta Mane Italia, Max Mara, Laterlite
foto © Luca Santiago Mora

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved