Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

BERLIN
Remember the dragons…

18 - 20 OTT 2018

berlin_bambini_w
Ingresso
Spettacolo per bambini / ragazzi
Biglietto ragazzi: 11 euro
Orari
Giovedì - venerdì ore 9.30
Sabato ore 16.00
Durata 65'
Spettacolo sovratitolato in italiano e in inglese
Spettacolo per adolescenti (a partire dagli 11 anni)
Capienza limitata
Prenotazione obbligatoria (biglietteria.teatro@triennale.org)
Dove
Triennale Teatro dell'Arte
CONDIVIDI
Un confronto serrato tra la fantasia sfrenata dei bambini e la razionalità degli adulti: chi avrà la meglio?

Cosa rende una storia una buona storia? E perché la verosimiglianza è così importante per noi? Remember the dragons… è la prima performance creata da BERLIN appositamente per un pubblico di adolescenti (a partire dagli 11 anni). Spin-off del fortunato Perhaps all the dragons…, rappresentato più di 600 volte in tutto il mondo, anche qui al centro della scena si trova l’imponente tavolo ovale nel quale sono “incastonati” i 30 schermi che fanno insieme da supporto e da collante alla drammaturgia. A scorrere di fronte ai trenta giovani spettatori, sospesi tra la realtà e la finzione, sono questa volta altrettante storie eccezionali narrate da giovanissimi protagonisti provenienti da ventuno paesi.
Remember the dragons… è accessibile solo ai giovanissimi, che possono scegliere di farsi accompagnare da uno o più adulti: vicino alla sala del tavolo ovale c’è infatti una seconda stanza – una sorta di mondo parallelo dedicato a loro – nei quali i personaggi e le storie raccontate ai ragazzi fanno la loro apparizione a sorpresa, sotto una forma differente. Quando lo spettacolo inizia, giovani e adulti sono separati e ognuno intraprende il proprio viaggio: un’esperienza intensa, che attinge infine a una dimensione inedita quando le due parti si incontrano nel finale, e i pezzi del puzzle finalmente si uniscono.

Il lavoro del collettivo belga BERLIN si caratterizza per un approccio documentaristico e interdisciplinare: dopo aver focalizzato uno specifico filone di ricerca, vengono messi in moto diversi percorsi utilizzando ogni volta media differenti. Questo tipo di procedimento ha dato vita a due cicli progettuali: Holocene (l’attuale era geologica), dove il punto di partenza è sempre una città o un altro luogo del pianeta, e Horror Vacui (paura del vuoto), in cui storie vere e toccanti vengono delicatamente districate attorno ad una tavola. Il ciclo Holocene comprende Jerusalem, Iqaluit, Bonanza, Moscow e Zvizdal. I primi tre episodi di Horror Vacui sono invece Tagfish, Land’s end e Perhaps all the dragons… (il debutto del quarto episodio True Copy è previsto per l’autunno del 2018). Il duo BERLIN è tutt’ora al lavoro su entrambi i cicli. Holocene terminerà a Berlino con la creazione di un progetto di docu-fiction che coinvolgerà gli abitanti delle città protagoniste degli episodi precedenti. Invitata dai maggiori festival internazionali, la compagnia ha lavorato in più di ventotto paesi diversi negli ultimi anni, all’interno di vari circuiti che comprendono teatri, ma anche spazi espositivi, gallerie d’arte e luoghi pubblici.

Credits


concept: BERLIN [Bart Baele and Yves Degryse], a partire da Perhaps All The Dragons 2014
testo/creazione e regia: Tom Struyf, Yves Degryse, Bart Baele
soundtrack & mixing: Eric Thielemans
camera: Geert De Vleesschauwer
montaggio: Bart Baele, Geert De Vleesschauwer, Yves Degryse
scenografia: BERLIN, Manu Siebens
direzione tecnica: Manu Siebens
produzione: BERLIN, hetpaleis, Kopergietery co-produzione: Tweetakt festival [Utrecht, NL], Rotondes [Luxembourg, LU], le CENTQUATRE [Paris, FR].
BERLIN è artista associato a CENTQUATRE [Paris, FR] 
con il supporto del Governo Fiammingo

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved