Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Dewey Dell
à elle vide

1 GIU 2018

a-elle-vide-_dewey-dell_sito
Ingresso
Biglietto intero 10,00 Euro
Biglietto ridotto (under 30/over 65) 7,00 Euro
Biglietto studenti 5,00 Euro
Orari
Ore 22.15
Durata 25'
Dance Night
Dove
Triennale Teatro dell'Arte
CONDIVIDI
Il lavoro si concentra sulla creazione di un vuoto tra due personaggi, due animali, due figure, due disegni: il Gallo e lo Scorpione.

“I Dewery Dell creano un universo estetico unico ed emozionante.” Tribune de Genève

Il lavoro si concentra sulla creazione di un vuoto tra due personaggi, due animali, due figure, due disegni: il Gallo e lo Scorpione. Due caratteri che si rispecchiano nell’espressione, nel comportamento, nel movimento. Il movimento del Gallo è altero, scruta e osserva lo spazio come se fosse il depositario di un mistero. Il movimento dello Scorpione è l’immobilità precisa, sicura, mentale, di chi si trova nella stasi prima di attaccare. C’è un’eleganza impalpabile, inenarrabile, arcana. Il rosso del Gallo: il suo colore diventa il suo movimento. Il bianco dello Scorpione: la sua sospensione diventa la sua voce. Il nero dello spazio diventa il tempo di una relazione vuota. Il lavoro, creato nel 2007, viene ripreso a undici anni di distanza e riportato in scena nella sua versione originale.

 

Dewey Dell è una compagnia creata a Cesena nel 2007 da Agata Castellucci, Demetrio Castellucci, Teodora Castellucci ed Eugenio Resta. I quattro fondatori del gruppo hanno attitudini e percorsi differenti e questo li porta a occuparsi in maniera prioritaria di aspetti specifici del lavoro, senza per questo rinunciare a una costante modellatura collettiva dei materiali. Dal 2007 Dewey Dell ha creato à elle vide (2007), KIN KEEN KING (2008), Baldassarre (2009), Cinquanta Urlanti Quaranta Ruggenti Sessanta Stridenti (2010), Grave (2011/2012), Marzo (2013) e diverse forme di live concert e musica elettronica. Sleep Technique (2017), la loro produzione più recente, è stata presentata al Triennale Teatro dell’Arte nel 2017. Attualmente divisa tra Berlino e Cesena, la compagnia sta lavorando a nuove forme di sperimentazione che possano coinvolgere forme d’arte tra loro diverse.

 

 

Credits


ideazione: Agata Castellucci, Demetrio Castellucci, Teodora Castellucci, Eugenio Resta
con: Teodora Castellucci, Agata Castellucci
coreografia, costumi: Teodora Castellucci
musiche originali: Demetrio Castellucci
luci: Eugenio Resta
arti plastiche: Chiara Bocchini
realizzazione dei costumi: Gabriella Battistini, Carmen Castellucci
produzione: Dewey Dell, Centrale Fies
menzione speciale: GD’A 06/07
progetto partecipante a: Aerowaves 2008/The Place, London

ta1718_loghi_sito

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved