Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo chiusi

Orari di apertura

Oggi siamo chiusi

ANAGOOR | ACCADEMIA D’ARCADIA – Et manchi pietà

31 MAG - 5 GIU 2016

ET MANCHI PIETA_ANAGOOR_1920x1080
Ingresso
15 Euro Intero
10 Euro Ridotto
Orari
Martedì - Venerdì 20.30
Sabato 19.30
Domenica 16.00
Dove
Teatro dell'Arte
CONDIVIDI
Evocare per immagini una figura emblematica come quella di Artemisia Gentileschi, la cui produzione iconografica si legò fin da subito nell’immaginario collettivo agli scenari di una vita tempestosa e violenta, è una sfida. Concepire un apparato visivo che dialoghi in equilibrio con la musica antica senza imporsi come medium dominante è un’altra sfida. Anagoor in stretta collaborazione artistica con Accademia d’ Arcadia raccoglie queste sfide e progetta un dispositivo per una grande visione che si sprigioni in concerto con la musica del tempo di Artemisia

Evocare per immagini una figura emblematica come quella di Artemisia Gentileschi, la cui produzione iconografica, già di estrema e autonoma potenza, si legò fin da subito nell’immaginario collettivo agli scenari di una vita tempestosa e violenta, è una sfida. Concepire un apparato visivo che dialoghi in equilibrio con la musica antica senza imporsi come medium dominante è un’altra sfida. Anagoor in stretta collaborazione artistica con Accademia d’ Arcadia raccoglie queste sfide e progetta un dispositivo per una grande visione che si sprigioni in concerto con la musica del tempo di Artemisia: una musica in perenne tensione che spesso rappresenta anche una cultura della trasgressione e di intensi eccessi: caratteristiche che la legano indissolubilmente ai temi estetici elaborati nei dipinti di Artemisia.

 

Tredici grandi quadri, tredici stazioni di una vita, sposano altrettanti brani musicali di Monteverdi, Merula, Strozzi, Castello, Landi, Rossi, Falconieri, Fontana, Trabaci, Marini, traducendone l’umore melanconico o quello violento o quello esuberante, legandoli indissolubilmente ai temi pittorici della Gentileschi e a un gesto artistico dalla potenza rabbiosa la cui eco è capace di permanere come un fantasma a distanza di secoli.

 

Pur celebrando l’importanza della pittura di Artemisia, emancipata ormai dagli aspetti scandalistici e dall’influenza artistica del padre, Anagoor sceglie come di consueto, nella propria produzione, di non separare l’arte dalla vita, di non costringere l’atto artistico in asettici compartimenti stagni. Bensì preferisce accordarsi a quella nota dominante che lega insieme le scelte delle composizioni, dei temi e dei colori: quel tuono evidente che pur anche non legato obbligatoriamente al fatto traumatico, dice del dolore umano che informa di sé il gesto artistico. E si accinge a dar vita a un dedalo di immagini che riveli, nell’intrico, la potenza di un fiore che sboccia dal lutto, dalla coercizione e dal sangue.

 

La musica non sarà eseguita dal vivo, ma l’ensemble Accademia d’Arcadia diretto da Alessandra Rossi Lürig ha appositamente inciso la colonna sonora e il video è stato rimontato per l’occasione.

 

L’opera sarà anticipata ed intervallata dalla voce di Moreno Callegari, che guiderà la visione nei punti ciechi dell’opera, quello che le immagini non dicono.

Credits


Introduzione
Moreno Callegari

Musica
Lorenzo Allegri, Claudio Monteverdi, Giovanni Maria Trabaci, Tarquinio Merula, Giovanni Battista Fontana, Andrea Falconieri, Luigi Rossi, Barbara Strozzi, Stefano Landi, Dario Castello

Musiche arrangiate da
Alessandra Rossi Lürig
Musiche eseguite da
Ensemble Accademia d’Arcadia
Silvia Frigato, soprano

Concept, riprese e scenografie
Simone Derai, Moreno Callegari, Marco Menegoni

Soggetto e Regia
Simone Derai

Et manchi pietà è una nuova versione della produzione originale Fondazione d’Arcadia, Anagoor 2012

In collaborazione con
Festival MiTo
Centrale Fies

Con il supporto di
APAP – ADVANCE PERFORMING ARTS PROJECT, Culture Programme 2007-2013
SC - Culture of change - University of Zagreb - Student centre Zagreb

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved