Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo chiusi

Orari di apertura

Oggi siamo chiusi

Lotte van den Berg
Deflorian/Tagliarini
Cinéma Imaginaire

28 - 30 SET 2017

cinema-imaginaire-sito
Ingresso
Biglietto intero 15,00 Euro
Biglietto ridotto (under 30/over 65) 10,00 Euro
Biglietto studenti 7,00 Euro
prenotazione obbligatoria
Orari
Ore 18.00 e ore 19.30
Durata 150'
Dove
Triennale Teatro dell'Arte / spazi esterni
CONDIVIDI
Il progetto è un invito a vivere la città (e la realtà) in modo non ordinario, a cercare nuove prospettive. Improvvisamente, senza che nessuno se ne accorga, la realtà diventa finzione.

Cinéma Imaginaire offre emozioni e immagini suggestive.”
theaterkrant.nl

Cinéma Imaginaire è una performance site-specific che viene creata dalla mente di ogni singolo spettatore. La versione italiana del progetto nasce dall’incontro tra il duo Deflorian/ Tagliarini, vincitore di importanti premi in Italia e all’estero, e la regista olandese Lotte van den Berg, una delle più originali artiste della nuova scena europea.
I partecipanti di Cinéma Imaginaire sono invitati a “girare” il proprio film attraverso il loro sguardo e, grazie a delle precise istruzioni, potranno immaginare le cinque scene che andranno a comporre il racconto cinematografico. Questo percorso si trasforma in un’occasione per guardare in modo nuovo un paesaggio urbano apparentemente scontato e familiare.
Il progetto è un invito a vivere la città (e la realtà) in modo non ordinario, a cercare nuove prospettive. Improvvisamente, senza che nessuno se ne accorga, la realtà diventa finzione.
Non importa se in questa città sei nato, ci hai vissuto per anni o sei appena arrivato, Cinéma Imaginaire può mostrarti Milano in un modo completamente diverso. Perché, come sostiene l’artista olandese, “per creare immagini forti non c’è bisogno di attori, registi e scenografie. Basta solo il coraggio di guardare.”

 

Lotte van den Berg è una regista olandese. Studia regia presso l’Amsterdam School of the Arts. Dopo il diploma inizia a collaborare con diversi teatri olandesi e fiamminghi. Dal 2005 al 2009 lavora per il teatro Toneelhuis ad Anversa. Nel 2009 crea la compagnia OMSK, che dal 2012 ha base a Utrecht. Collabora con attori professionisti e non, le sue produzioni possono essere sia site-specific che destinate a teatri. Cinéma Imaginaire (2017), con Deflorian/Tagliarini, Building Conversation (2013), ideato insieme a Daan’t Sas, Agoraphobia, Les spectateurs, Mapping the unknown, Wasteland sono alcuni dei suoi progetti. Nel 2015 fonda Stichting Third Space, con cui produce i suoi lavori, che spaziano tra teatro, danza, cinema e arti visive, dando vita a uno stile personale e in costante evoluzione. Gli spettacoli di Lotte van den Berg vengono programmati in importanti festival e teatri in Europa, America e Africa. Ha ricevuto numerosi premi, tra cui l’Erik Vos Prize e il Charlotte Kohler Prize.

Daria Deflorian e Antonio Tagliarini sono autori, registi e performer. Dal 2008 hanno realizzato una serie di progetti, spettacoli e opere site-specific. Il primo lavoro nato da questa collaborazione è Rewind, omaggio a Cafè Müller di Pina Bausch (2008). Insieme creano poi from a to d and back again (2009), czeczy/cose (2011), Reality (2012), lavoro per il quale Daria Deflorian riceve il Premio Ubu 2012 come miglior attrice protagonista, Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni (2013), nato dalla collaborazione con Monica Piseddu e Valentino Villa e vincitore del Premio Ubu 2014 come novità italiana e del Premio della critica 2016 come miglior spettacolo straniero in Quebec.  Tre dei loro testi sono stati raccolti nel volume Trilogia dell’invisibile (Titivillus, 2014). Nel 2015 presentano Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni e Reality al Festival d’Automne di Parigi, prima tappa di una tournée internazionale in Francia, Svizzera, Germania e Canada. Nello stesso periodo realizzano due creazioni site-specific: Il posto (2014), a Milano per la casa museo Boschi Di Stefano, e Quando non so cosa fare cosa faccio (2015), lungo le strade di un quartiere di Roma. Nel 2016 debuttano a Losanna con Il cielo non è un fondale, in collaborazione con Francesco Alberici e Monica Demuru, spettacolo che ha ottenuto un grande successo in Italia e all’estero.

 

Spettacolo itinerante in spazi esterni con partenza da Triennale Teatro dell’Arte.
Posti limitati.

Credits


progetto e regia: Lotte van den Berg
drammaturgia: Sodja Lotker
guide: Daria Deflorian e Antonio Tagliarini
assistente di produzione: Martina Ruggeri
una produzione: Triennale Teatro dell’Arte, Short Theatre, Teatro Stabile dell’Umbria/Terni Festival
in collaborazione con: Third Space (Amsterdam)
foto: Kris Dewitte

ta1718_loghi_sito

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved