Social

Segui la Triennale e scopri altri contenuti esclusivi

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Orari di apertura

Oggi siamo aperti dalle 10.30 alle 20.30

Viaggiare Fermi

giugno 2018

takashi-homma-duomo-from-the-series-the-narcissistic-city-stampa-lamda-cm206x296-2017-takashi-homma-courtesy-viasaterna
Dove
Triennale Teatro dell'Arte
CONDIVIDI
Viaggiare Fermi è un progetto che si articola attraverso uno sguardo e un ascolto disorientati per disegnare nuove linee d’orizzonte.

“Era tardi, quando ci mettemmo a bere. Pensavamo tutti che era ormai tempo di cominciare. Quel che c’era stato prima, non lo si ricordava più. Solo ci dicevamo che era già tardi. Sapere da dove ciascuno veniva, in qual punto del globo si era, o se veramente un globo (in ogni caso non era un punto), e il giorno del mese di quale anno, tutto ciò era troppo per noi. Non si sollevano questioni simili quando si ha sete.”
René Daumal, La gran bevuta

Ora l’andamento è il vagabondare. Sul piano personale, nella combinazione sempre più libera, per chi può, della propria struttura individuale, dei propri gusti, del proprio stare al mondo. Sul piano artistico, nei salti di confine tra campi e linguaggi, che si riflettono in visioni personali e collettive allargate, con sovrapposizioni e intrecci sempre più stratificati. Indisciplinati. La capacità di muoversi in ambiti diversi, attraversare mondi, fa parzialmente fronte alla nostra confusione, all’impossibilità di ridurre tutto a solidi punti di riferimento, ideali o materiali. O a sé. Un nomadismo che mette in crisi gli stessi atti del viaggiare, migrare, vagare, del turismo e delle loro intersezioni: drammatiche o pacificate.
Viaggiare Fermi è un omaggio a Viaggio intorno alla mia camera di Xavier de Maistre, con la differenza che ora al centro della nostra stanza torreggia la rete. E in ogni essere un multiverso.
Il progetto si articola attraverso uno sguardo, e un ascolto, disorientati per disegnare nuove linee d’orizzonte. Hanno fatto da preludio a questo programma le performance di musica e video di Soundwalk Collective con Éponine Momenceau e quella di Simone Trabucchi, che di sconfinamenti se ne intendono.

Credits


immagine: Takashi Homma, Duomo, 2017, dalla serie The Narcissistic City © l’artista e Viasaterna

ta1718_loghi_sito

Segui la triennale e scopri altri contenuti esclusivi

partners partners partners partners

© 2016 La Triennale di Milano – All Rights Reserved