FOG Festival

Alex Cecchetti

Walking Backwards

Performance

Luogo segreto

Prima assoluta
Venerdì e sabato ogni 30’ dalle ore 18.00 alle ore 21.00
Domenica ogni 30’ dalle ore 11.00 alle ore 12.30 e dalle ore 16.00 alle 20.00
Capienza limitata. Performance per uno spettatore alla volta
Durata: 20'

Le opere balzano, attraversano, attendono, trascendono, in una circolarità seducente ed erotica.

Flash Art 

“In un giardino tutto è verde e nulla è lo stesso. Un albero dopo l’altro, un passo dopo l’altro, la storia di questo giardino e delle sue piante si rivela, fino a fondersi con la nostra. Quando camminiamo all’indietro, il futuro è alle nostre spalle, e il passato insiste in lontananza davanti a noi all’orizzonte, offrendoci l’opportunità di dirgli addio. E se un ramo ci tocca la schiena, o delicatamente un fiore accarezza la nostra mano, improvvisamente emerge il fatto indiscutibile che le immagini non hanno nulla a che vedere con la luce: sogniamo a occhi chiusi non è vero?” Nel lavoro site specific di Alex Cecchetti gli spettatori sono invitati a camminare all’indietro in un percorso narrativo. Con una guida al loro fianco e storie di alberi, piante ed erbe sussurrate nelle orecchie, sono invitati a immergersi nel paesaggio fino a divenire il giardino e scoprire così che non ci sono inizi o finali, ma che lungo il cammino tutto è benvenuto.

Alex Cecchetti è un artista, poeta, pittore e performer italiano, che vive e lavora a Parigi. Le sue performance sono state presentate nei musei di tutta Europa, tra cui il Centre Pompidou, il Jeu de Paume, il Palais de Tokyo a Parigi, la Serpentine Galleries a Londra, il MAXXI a Roma e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo a Torino. Nel 2012 il CAC di Vilnius accoglie una sua mostra personale. Nel 2015, in occasione della FIAC di Parigi, organizza il progetto Voices of Urgencies all’École de Beaux Arts, che unisce interventi di poesia e scienze sociali. Nel 2017 ha due mostre personali al CCA Ujazdowski di Varsavia e alla Ferme du Buisson in Francia legate al suo ultimo lavoro “post mortem” Tamam Shud. Nel 2018, Spike Island a Bristol (UK), e Void a Derry (IR) gli dedicano due esposizioni incentrate sulle sue ricerche di sculture musicali “At the Gate of the music Palace”. La Serpentine Galleries a Londra presenterà quest’anno The Astronomic Weather Choir, un coro che canta gli eventi atmosferici. Sempre quest’anno sono previste collaborazioni con il Castello di Rivoli a Torino per la collezione Cerruti.

Crediti

Ideazione: Alex Cecchetti

Con: Alex Cecchetti, Edoardo Di Maria, Laura Dondi, Laura Finozzi, Claudia Gambino, Gil Giuliani, Aurora Beatrice Mamprin, Marta Zito, Fabio Zulli 

Produzione: FOG Triennale Milano Performing Arts

Con il supporto di: Fondazione Nuovi Mecenati - Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea

In collaborazione con la Francia in Scena, stagione artistica dell'Institut français Italia / Ambasciata di Francia in Italia

Collezione e Archivi

Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Ingresso principale sul fronte ovest del Palazzo dell'Arte
Ingresso principale sul fronte ovest del Palazzo dell'Arte
Veduta della Torre Littoria
Veduta della Torre Littoria
Veduta notturna del Palazzo dell'Arte ripreso dalla Torre Lsittoria
Veduta notturna del Palazzo dell'Arte ripreso dalla Torre Lsittoria
Sitemap