New Website in Beta Version

XXII Triennale di Milano

Teatro Della Terra Alienata: Intensive Farming (Image by Grandeza Studio)

Australia

Teatro della Terra Alienata

Mostra prodotta da University of Technology, Sydney

Teatro della Terra Alienata è una reazione ai recenti, diffusi fenomeni di sbiancamento dei coralli che hanno reso palpabile la probabilità dell’estinzione della Grande Barriera Corallina (GBC) e tratta la questione urgente sollevata dai recenti rapporti del Gruppo Intergovernativo sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite. 

La mostra presenta l’arsenale di tecnologie incaricate di monitorare e riparare la GBC, descrivendo tale apparato tecnologico come un “teatro della distrazione” destinato a occultare le minacce più gravi alla sopravvivenza della barriera: la dipendenza globale dai combustibili fossili e la crescita sfrenata, oltre all’impatto di una economia locale dedita all’estrazione mineraria, al fracking e all’agricoltura intensiva. 

Ispirato al Manifesto Xenofemminista, il “Teatro” mette in scena l’artificiale estraniazione della GBC e del suo bacino idrografico dall’ambito del capitalismo estrattivista, e immagina la sua riterritorializzazione per mezzo di una razionalità economica che ruota attorno al concetto di gioia. 

Highlights

Expulsions by Shoufay Derz (2018)

Teatro Della Terra Alienata: Cartography (Image by Grandeza Studio)

Teatro Della Terra Alienata: Mining (Image by Grandeza Studio)

Crediti

Curatori/direttori creativi: 
University of Technology, Sydney. Facoltà di design, architettura e ingegneria delle costruzioni, Amaia Sanchez-Velasco (docente UTS, Grandeza Studio)
, Jorge Valiente Oriol (docente UTS, Grandeza Studio)
, Gonzalo Valiente (docente UTS, Grandeza Studio), Miguel Rodriguez-Casellas (docente UTS, Bajeza)

Committenti:

University of Technology, Sydney. Facoltà di design, architettura e ingegneria delle costruzioni, Prof. Elizabeth Mossop. Preside di facoltà, Design, architettura e ingegneria delle costruzioni  UTS, Prof. Francesca Hughes. Responsabile del corso di architettura UTS, Prof. Kate Sweetapple. Responsabile del corso di design UTS 

Coordinatore artistico e fotografico:
Shoufay Derz 

Artisti:

Cigdem Aydemir, Liam Benson, Madison Bycroft, Shoufay Derz, Janet Laurence e Patricia Reed. 

Supporto progettuale (Partner principali):

Susanne Pini, Inés Benavente Molina e Stefano Cottini (HDR). 

Assistenti ricercatori:

Charles Curtin, Isaac Harrisson e Francesca Cappichioni.  

Assistenti di produzione:

George Shaw, Laura Touman, Joumana Elomar e Jordan Darin. 

Esplorazione pedagogica al corso di architettura della UTS:

Factory of Hyper-ecologies (2017 e 2018): Francesca Capicchioni, David Cordato, Charles Curtin, Jesse Del Valle, Ben Feher, Miguel Luis Gilarte, Adam Hoh, Matthew Nicholson, Melinda Barbagallo, Callum Woo, Isaac Harrisson, Kevin Chen, Nathan Chan, Yvette Salmon, Stefanie Li, Kevin Chuang, Edwin Chin Fai Chon, Daniel Viglione, Nurul Farra Nadia Binti Zaed, Perry Cheang, Alice Pui Sze Ng, Roger Miranda, Tina Bao Ngoc Le, Nitika Duggal, Thi Thanh Mai Phan,Kate Harding, Rhys Collins, sotto la supervisione di Amaia Sánchez-Velasco (Grandeza Studio), Guillermo Fernández-Abascal (GFA2) e Shoufay Derz. 

Progetti della Factory of Hyper-ecologies selezionati da: 
Francesca Capicchioni, Charles Curtin, Ben Feher, Miguel Luis Gilarte, Adam Hoh, Melinda Barbagallo, Nathan Chan, Yvette Salmon, Stefanie Li, Daniel Viglione, Nurul Farra Nadia Binti Zaed. 

Consulenza scientifica:

Prof. David Booth. Corso di scienze naturali, UTS, Professore associato David Suggett. Climate Change Cluster, UTS. 

Grafica del sito web:

Lily Hodgson e Owen Cramp (OCLH).

Eventi correlati

Partecipazioni Internazionali

Algeria Australia Austria Cina Cuba Finlandia Francia Germania Italia Libano Lituania Myanmar Paesi Bassi Polonia Regno Unito Repubblica Ceca Russia Slovenia Sri Lanka Stati Uniti Tunisia

MOSTRE

Intero
18€
Studenti
14€
Under 26
14€
Over 65
14€
Disabile
14€
Giornalista professionista
Ingresso gratuito
Giovani fino ai 16 anni
Ingresso gratuito
Amici della Triennale
Ingresso gratuito
ICOM
Ingresso gratuito
Abbonamento Musei Lombardia
Ingresso gratuito
M-ID Card
Ingresso gratuito
Accompagnatore gruppi
Ingresso gratuito
Accompagnatore disabile
Ingresso gratuito
Visitatori Repower
14€
Ridotto dipendenti ATM
13€
Ridotto abbonati ATM
13€

Il biglietto è unico per tutti gli eventi

Anteprima Archivio Digitale

Costruzione Palazzo dell’Arte, 1932<br/>Giovanni Muzio
Costruzione Palazzo dell’Arte, 1932
Giovanni Muzio
XIV Triennale di Milano, 1968<br/>Allestimento della sezione messicana, Eduardo Terrazas
XIV Triennale di Milano, 1968
Allestimento della sezione messicana, Eduardo Terrazas
XV Triennale di Milano, 1973<br/>Servizio di tazze in ceramica smaltata “Index”, Jacqueline Hall e Ambrogio Pozzi, foto Ciceri
XV Triennale di Milano, 1973
Servizio di tazze in ceramica smaltata “Index”, Jacqueline Hall e Ambrogio Pozzi, foto Ciceri
X Triennale di Milano, 1954<br/>Abitazione a cupola geodetica, Richard Buckminster Füller, Roberto Mango, foto Casali
X Triennale di Milano, 1954
Abitazione a cupola geodetica, Richard Buckminster Füller, Roberto Mango, foto Casali