Parla Ascolta Guarda Fai

Carlos Casas

AVALANCHE #18

Mostra

AVALANCHE è un progetto incentrato sul villaggio di Hichigh, nella catena montuosa del Pamir, una delle regioni più inesplorate al mondo, al confine tra Tajikistan e Afghanistan. Dal 2005 Carlos Casas ricerca, monitorizza e racconta attraverso il suo lavoro e continui viaggi, le tradizioni e i mutamenti di uno dei più arcaici insediamenti umani al mondo. Nel corso degli anni AVALANCHE è stato declinato in maniera multiforme: film, performance sonore o audio visuali, adattandosi di volta in volta contesti differenti e coinvolgendo diversi autori al fianco dello stesso Casas nella riformulazione di questo racconto. Una reinterpretazione continua che giunge in questa occasione alla sua diciottesima versione. Pensato in maniera inedita, il display di AVALANCHE #18 è stato disegnato prendendo come riferimento il modello delle case in Pamir: dal lucernario al colonnato, dalle zone perimetrali sulle quali svolgere attività quotidiane ai materassi dove accomodarsi assieme agli altri abitanti della casa. Una maniera per creare dei ponti di ulteriore continuità tra la dimensione originaria e ancestrale e gli spazi di Triennale, per avviare delle relazioni libere tra il pubblico e i paesaggi sonori e visivi messi in atto. Dal 9 al 27 ottobre i visitatori potranno fruire liberamente dell’installazione che, in tre speciali appuntamenti, sarà ulteriormente animata da performance e incontri sul tema dell’abitare e dei confini del mondo grazie all’intervento di architetti e antropologi. 

Carlos Casas (1974, Barcellona, Spagna) è filmmaker e artista visivo ed il suo lavoro è un incroccio fra film documentari, cinema, e arte visivo e sonoro. I suoi film sono stati proiettati e premiati in festival in tutto il mondo, come il Festival del Cinema di Venezia, il Festival Internazionale del Cinema di Rotterdam, il Festival Internazionale del Cinema di Buenos Aires, il Festival Internazionale del Cinema di Messico, la FID Marseille. Il suo lavoro è stato esposto e realizzato in istituzioni d'arte internazionali e gallerie come Tate Modern, Londra, Fondazione Cartier, Palais de Tokyo, Centre Pompidou, Parigi, Hangar Bicocca, Milano, CCCB Barcellona, GAM Torino, Bozar Bruxelles.

...altro

Crediti

Direzione artistica: Umberto Angelini
A cura di: Davide Giannella
Progetto di allestimento: Raumplan
Parla Ascolta Guarda Fai è un programma di incontri, installazioni, mostre, performance, ascolti, proiezioni, laboratori e progetti a cura di Davide Giannella e Massimo Torrigiani/Fantom.

Eventi correlati

Anteprima Archivio Digitale

XVI Triennale di Milano, 1981<br/>Scultura a chiocchiola in betulla laminata, Tapio Wirkkala
XVI Triennale di Milano, 1981
Scultura a chiocchiola in betulla laminata, Tapio Wirkkala
XIII Triennale di Milano, 1964<br/>Sezione degli Stati Uniti d’America, Charles Forberg
XIII Triennale di Milano, 1964
Sezione degli Stati Uniti d’America, Charles Forberg
V Triennale di Milano, 1933<br/>Esterno del caffè-ristorante del Palazzo dell’Arte, Gigiotti Zanini, foto Crimella
V Triennale di Milano, 1933
Esterno del caffè-ristorante del Palazzo dell’Arte, Gigiotti Zanini, foto Crimella
IX Triennale di Milano, 1951<br/>Padiglione USA, Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers, foto Farabola
IX Triennale di Milano, 1951
Padiglione USA, Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers, foto Farabola
Sitemap