Teatro 19/20

Deflorian/Tagliarini

Rewind – Omaggio a Café Müller 

Spettacolo

Durata: 70’

Autoironia e struggente leggerezza poetica, alla maniera di Pina, del suo modo di lavorare.

La Repubblica

I ricordi personali di uno spettacolo che ha segnato in maniera indelebile la scena del 1900 vanno a comporre un’autobiografia collettiva, un ritratto in frantumi dello straordinario Café Müller di Pina Bausch. A distanza di più di quarant’anni dalla creazione di questo mito della danza contemporanea, Daria Deflorian e Antonio Tagliarini presentano il lavoro che li ha affermati come figure di rilievo della scena teatrale italiana. I due artisti fanno i conti con ciò che resta di un capolavoro del Novecento. Una riflessione sui tradimenti della memoria, un tentativo di re-invenzione fatto di continue interruzioni, di inversioni e di ritorni: Rewind, appunto. Le sedie, lo spazio, i corpi, la danza sono i frammenti che ci guidano alla scoperta del senso profondo dell’opera della coreografa tedesca.

Daria Deflorian e Antonio Tagliarini sono autori, registi e performer. Nel 2008 hanno creato Rewind – Omaggio a Cafè Müller di Pina Bausch, seguito nel 2009 da un lavoro ispirato alla filosofia di Andy Warhol, from a to d and back again. Tra il 2010 e il 2011 hanno lavorato al “Progetto Reality” che, a partire dai diari di una casalinga di Cracovia, ha dato vita all’installazione czeczy/cose (2011) e allo spettacolo Reality (2012), lavoro per il quale Deflorian ha vinto il Premio Ubu 2012 come miglior attrice protagonista. Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni ha debuttato nel 2013 al Romaeuropa Festival: lo spettacolo ha vinto il Premio Ubu 2014 come miglior novità italiana e il Premio della Critica in Quebec, Canada, 2016. Il cielo non è un fondale ha debuttato nel 2016 a Losanna al Theatre de Vidy. Nel 2017 hanno iniziato il “Progetto Antonioni/Deserto Rosso”, da cui nascono due lavori: Scavi e lo spettacolo Quasi Niente, che ha debuttato a Lugano al Lac nel 2018.

...altro

Crediti

Di e con: Daria Deflorian, Antonio Tagliarini
Produzione: A.D.
Con il contributo di: Imaie
Collaborazione: Area 06, Rialto Santambrogio, Florian TSI | Pescara, Centro Artistico Il Grattacielo, Festival Inequilibrio | Armunia Organizzazione: Giulia Galzigni-Officina
Direzione tecnica: Giulia Pastore
Foto di: © Amedeo Novelli/Visual Crew 

Calendario

MAR 8 OTT 2019, 18.00
MER 9 OTT 2019, 18.00

Eventi correlati

Promozioni

Deflorian / Tagliarini

La promozione consente di vedere al prezzo ridotto di 30 euro gli spettacoli Rewind–Omaggio a Café Müller, Reality e Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni di Deflorian/Tagliarini.

Anteprima Archivio Digitale

XIV Triennale di Milano, 1968<br/>Scalone d’onore, Ferrari Tasmania, Dino Ferrari
XIV Triennale di Milano, 1968
Scalone d’onore, Ferrari Tasmania, Dino Ferrari
V Triennale di Milano, 1933<br/>Facciata verso il parco Sempione e il Palazzo d’onore con il Gran Caffè Ferrario, sullo sfondo la Torre Littoria in costruzione, foto Crimella
V Triennale di Milano, 1933
Facciata verso il parco Sempione e il Palazzo d’onore con il Gran Caffè Ferrario, sullo sfondo la Torre Littoria in costruzione, foto Crimella
V Triennale di Milano, 1933<br/>Esterno del caffè-ristorante del Palazzo dell’Arte, Gigiotti Zanini, foto Crimella
V Triennale di Milano, 1933
Esterno del caffè-ristorante del Palazzo dell’Arte, Gigiotti Zanini, foto Crimella
X Triennale di Milano, 1954<br/>Strumenti musicali, Giuliano Cesari, Raffella Crespi, Vittorio Garatti, Giampiero Pallavicini, Ferrucci Rezzonico, foto Clari
X Triennale di Milano, 1954
Strumenti musicali, Giuliano Cesari, Raffella Crespi, Vittorio Garatti, Giampiero Pallavicini, Ferrucci Rezzonico, foto Clari
Sitemap