New Website in Beta Version

XXII Triennale di Milano

Extended Phenotypes, 2017

Lituania

Manifold

Mostra prodotta da Contemporary Art Centre, Vilnius

La Lituania presenta l’artista visiva Emilija Škarnulytė, che sta raccogliendo vasti riconoscimenti internazionali con la sua estetica ipnotica radicata nell’archeologia dell’Antropocene. La sua video-installazione Manifold è accompagnata da un programma di eventi, fra cui sette film, conversazioni e letture, che immergerà i visitatori in un’esplorazione dei temi proposti dalla Triennale. Il lavoro di Škarnulytė si pone nell’intersezione fra strutture naturali e fatte dall’uomo: a livello fisico, filosofico e politico. Le sue installazioni su larga scala evocano sensazioni di ansia contemplativa, provocata dall’incontro con ciò che è più grande di noi: una catastrofe ambientale imminente, fenomeni naturali, costrutti ideologici, strutture scientifiche o architettoniche enormi. Mentre l’artista si immerge nelle acque o esplora edifici o terreni, l’osservatore viene coinvolto nei suoi lavori attraverso la sua estetica ipnotica e si ritrova immerso nella futura archeologia dell’Antropocene, con il discorso ecologico, tecnologico e politico che ne consegue. Sebbene il lavoro di Škarnulytė si presenti spesso in dialogo con ricerche d’attualità, esso esamina minutamente l’urgenza di un pianeta in rapido sviluppo – o, verosimilmente, in disfacimento – come qualcosa al di là del dibattito teorico: una situazione inevitabile, fisica, onnicomprensiva che non offre più un punto di vista comodo.

Highlights

Sirenomelia video, 2017 Blaffer art museum. Credits Peter Molick

Qso Lens, 2015, 3 channel video installation, CAC, photo Andrej Vasilenko

Sirenomelia video, 2017 Blaffer art museum. Credits Peter Molick

Crediti

Artisti:
Emilija Škarnulytė

Commissionata da:
Julija Reklaitė

Exhibition design:
Linas Lapinskas

Organizzata da:
Contemporary Art Centre, Vilnius

Team:
Ūla Tornau, Edgaras Gerasimovičius, Dovilė Grigaliūnaitė, Vytautas Volbekas Texts: Monika Kalinauskaitė

Partner:
Lithuanian Council for Culture

Partecipazioni Internazionali

Algeria Australia Austria Cina Cuba Finlandia Francia Germania Italia Libano Lituania Myanmar Paesi Bassi Polonia Regno Unito Repubblica Ceca Russia Slovenia Sri Lanka Stati Uniti Tunisia

MOSTRE

Intero
18€
Studenti
14€
Under 26
14€
Over 65
14€
Disabile
14€
Giornalista professionista
Ingresso gratuito
Giovani fino ai 16 anni
Ingresso gratuito
Amici della Triennale
Ingresso gratuito
ICOM
Ingresso gratuito
Abbonamento Musei Lombardia
Ingresso gratuito
M-ID Card
Ingresso gratuito
Accompagnatore gruppi
Ingresso gratuito
Accompagnatore disabile
Ingresso gratuito
Visitatori Repower
14€
Ridotto dipendenti ATM
13€
Ridotto abbonati ATM
13€

Il biglietto è unico per tutti gli eventi

Anteprima Archivio Digitale

XII Triennale di Milano, 1960<br/>Sculture in vetro prodotte da Glasfabriek Leerdam
XII Triennale di Milano, 1960
Sculture in vetro prodotte da Glasfabriek Leerdam
IX Triennale di Milano, 1951<br/>Padiglione USA, Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers, foto Farabola
IX Triennale di Milano, 1951
Padiglione USA, Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers, foto Farabola
VI Triennale di Milano, 1936<br/>Stanza di soggiorno e terrazzo, Luigi Figini e Gino Pollini, foto Crimella
VI Triennale di Milano, 1936
Stanza di soggiorno e terrazzo, Luigi Figini e Gino Pollini, foto Crimella
Contenitoreumano n.1, Ico Parisi e Francesco Somaini, 1968<br/>Collezione Permanente del Design Italiano - Triennale Design Museum
Contenitoreumano n.1, Ico Parisi e Francesco Somaini, 1968
Collezione Permanente del Design Italiano - Triennale Design Museum