Nuovo sito in Beta

FOG Festival

Agrupación Señor Serrano

Kingdom

Spettacolo

Spettacolo in spagnolo sovratitolato in italiano
Durata: 60'
Durante lo spettacolo saranno utilizzate luci stroboscopiche.

Un potente generatore di desideri. Che si fa beffa di noi. Tra platani e King Kong, il capitalismo a teatro.

L‘Espresso 

La pluripremiata compagnia Agrupación Señor Serrano presenta Kingdom, un cocktail irriverente che combina banane, King Kong, consumerismo, coreografie virili, pubblicità, punk rock, supermercati, crescita, confusione, espansione, multinazionali, scarsità di risorse, colpi di stato, bestialità, musica trap e uomini molto macho in una festa senza fine. Una delle proposte più esplosive della scena di oggi, l’Agrupación Señor Serrano ha contagiato pubblici internazionali con il suo linguaggio teatrale e tecnologico che combina proiezioni video, performance, modellini in scala, danza, oggetti e musica dal vivo. Ogni spettacolo propone un nuovo micro-universo, che fa da sfondo a un messaggio anticonformista. In Kingdom, la multimedialità e l’originalità del lavoro raggiungono livelli inediti.

Fondata da Àlex Serrano a Barcellona nel 2006, Agrupación Señor Serrano è una compagnia teatrale che produce i propri spettacoli basandosi su materiali tratti dalla realtà contemporanea. Vincitrice del Leone d’Argento alla Biennale di Venezia del 2015 e del Premio della città di Barcellona nel 2016, la compagnia utilizza mezzi tecnici tra i più innovativi accanto a strumenti tradizionali per ridisegnare costantemente i confini del proprio teatro. Si avvale di numerose collaborazioni artistiche e nelle sue produzioni coniuga diversi linguaggi espressivi per mettere in scena storie capaci di raccontare le contraddizioni dell’esperienza umana contemporanea. Birdie (2016), A House in Asia (2014) sono tra i lavori più recenti della compagnia. 

Crediti

Creazione: Àlex Serrano, Pau Palacios, Ferran Dordal 

Con: Diego Anido, Pablo Rosal, Wang Ping-Hsiang, David Muñiz, Nico Roig 

Con la partecipazione di: Stefano Barberini, Graziano Casu, Lorenzo Covello, Giulio Crocetta, Stefano Gagliano, Nicolò Gravellini, Samuel Puggioni, Alessandro Pusceddu, Stefano Ruffato

Responsabile di progetto: Barbara Bloin 

Musica: Nico Roig 

Programmazione video: David Muñiz 

Creazione video: Vicenç Viaplana Spazio

Modelli in scala: Àlex Serrano, Silvia Delagneau 

Costumi: Silvia Delagneau 

Disegno luci: Cube.bz 

Coreografia: Diego Anido 

Produttrice esecutiva: Paula Sáenz de Viteri 

Assistente alla regia: Martín García Guirado 

Distribuzione: Art Republic

Distribuzione in Italia: Ilaria Mancia 

Produzione: Festival GREC, Teatros del Canal, Teatre Lliure, Manchester Home Theatre, Théâtre National Wallonie-Bruxelles, Groningen Grand Theatre, FOG Triennale Milano Performing Arts, CSS Teatro Stabile di Innovazione del Friuli Venezia Giulia, Teatro Stabile del Veneto, Romaeuropa Festival

Con il supporto di: Departament de Cultura de la Generalitat de Catalunya, CCCB Kosmopolis, Sala Beckett, Teatre Auditori de Granollers, Xarxa Transversal, Graner - Mercat de les Flors, Instituto Nacional de las Artes Escénicas y la Música (INAEM), Institut Ramon Llull

Si ringrazia: Festival TNT–Terrassa Noves Tendències, Arts Escèniques OlotCultura, Monty Kultuurfaktorij, La Fabrique de Théâtre–Province de Hainaut

Calendario

MER 22 MAG 2019, 18:00
GIO 23 MAG 2019, 18:00
VEN 24 MAG 2019, 18:00

Eventi correlati

Anteprima Archivio Digitale

L'archivio digitale sarà disponibile a partire da luglio 2019

X Triennale di Milano, 1954<br/>Casa sperimentale , Mario Raveganni, Antonello Vincenti, Bobi Brunori, foto Fotogramma
X Triennale di Milano, 1954
Casa sperimentale , Mario Raveganni, Antonello Vincenti, Bobi Brunori, foto Fotogramma
X Triennale di Milano, 1954<br/>Strumenti musicali, Giuliano Cesari, Raffella Crespi, Vittorio Garatti, Giampiero Pallavicini, Ferrucci Rezzonico, foto Clari
X Triennale di Milano, 1954
Strumenti musicali, Giuliano Cesari, Raffella Crespi, Vittorio Garatti, Giampiero Pallavicini, Ferrucci Rezzonico, foto Clari
V Triennale di Milano, 1933<br/>Facciata verso il parco Sempione e il Palazzo d’onore con il Gran Caffè Ferrario, sullo sfondo la Torre Littoria in costruzione, foto Crimella
V Triennale di Milano, 1933
Facciata verso il parco Sempione e il Palazzo d’onore con il Gran Caffè Ferrario, sullo sfondo la Torre Littoria in costruzione, foto Crimella
XII Triennale di Milano, 1960<br/>Lampadario “Carciofo”, Poul Henningsen
XII Triennale di Milano, 1960
Lampadario “Carciofo”, Poul Henningsen
Sitemap