XXII Triennale di Milano

Regno Unito
Maps of Defiance

Mostra

Maps of Defiance presenta il lavoro che sta svolgendo Forensic Architecture insieme alla ONG Yazda nel Nord dell’Iraq, dove ha fornito a una squadra di documentazione locale un kit che permette di registrare i dati territoriali dei siti di eventi traumatici e violenti come prova di crimini di guerra. Forensic Architecture – un gruppo interdisciplinare di investigatori che comprende artisti, architetti, archeologi, registi, sviluppatori di software, avvocati e giornalisti – utilizza innovativi strumenti digitali e di acquisizione delle immagini per permettere registrazioni in locoe conservazione con metodi fai-da-te delle prove del genocidio e della distruzione del patrimonio culturale. Questa installazione mostra come il design possa plasmare in modo diretto nuove prospettive e modalità di indagine nelle zone reduci da un conflitto.

Nell’agosto del 2014, lo Stato Islamico (ISIL) ha invaso la regione del Sinjar nell’Iraq settentrionale. La sua campagna di repressione contro la minoranza etnica e religiosa degli yazidi ha comportato uccisioni sistematiche, tortura e schiavizzazione sessuale, oltre alla distruzione su larga scala dei luoghi di cultura. 

Nell’aprile del 2018, Forensic Architecture, in collaborazione con Yazda, un’associazione globale di persone di origine yazida, ha preso l’iniziativa di documentare i crimini commessi dall’ISIL, e di addestrare una squadra locale perché raccogliesse prove a sostegno delle accuse contro i suoi membri.

I visitatori vedranno la procedura con cui queste vengono raccolte e ricostruite, e potranno osservare da vicino il kit di metodi fai-da-te e tecniche digitali avanzate utilizzato dagli investigatori per ricreare modelli tridimensionali dei siti distrutti degli yazidi.

Crediti

Commissionato da:
British Council

Direttore del progetto:
Christopher Turner (V&A) 

Design:
Forensic Architecture con Yazda 

Curatore:
Natalie Kane (V&A) 

Exhibition Design:
Paul Bailey 

Architettura:
ALTOFRAGILE

Responsabili del progetto:
Catriona Macdonald, Sam Parkin (V&A) 

Amministrazione:
V&A; in collaborazione con Art Jameel; con il sostegno del British Council e una sovvenzione supplementare dell’Arts Council England

Highlights

Sheikh Hassan Temple reconstruction, Forensic Architecture

Sheikh Mand Temple Photography, Forensic Architecture

Sheikh Mand Temple, Forensic Architecture

Eventi correlati

Partecipazioni Internazionali

Mostre

La vendita dei biglietti termina un'ora prima della chiusura

Intero
10€
Studenti
Studenti di ogni ordine e grado purché in possesso di un'attestazione (libretto, badge, certificato).
8,50€
Under 26
8,50€
Over 65
8,50€
Disabile
Visitatore con disabilità al 100% o indennità di accompagnamento, cieco assoluto o cieco parziale, persona sorda.
8,50€
Repower
Dipendenti e clienti Repower e loro accompagnatori, previa presentazione di badge, card palina o altro documento (ex bolletta).
8,50€
ATM
Dipendenti ATM e possessori Abbonamento Annuale ATM con Carta Club ATM o ricevuta acquisto.
7,50€
Giornalista
Ingresso gratuito
Giovani
Giovani fino ai 16 anni non compiuti in visita libera (no gruppi).
Ingresso gratuito
Guida turistica
Ingresso gratuito
Amici della Triennale
Ingresso gratuito
ICOM
Ingresso gratuito
Abbonamento Musei Lombardia
Ingresso gratuito
M-ID Card
Ingresso gratuito
Accompagnatore gruppi
Ingresso gratuito
Accompagnatore disabile
Previsto quando il disabile ha 100% invalidità o indennità di accompagnamento, è non vedente (assoluto o parziale) o non udente.
Ingresso gratuito

Anteprima Archivio Digitale

IX Triennale di Milano, 1951<br/>Scalone d’onore, Luciano Baldessarri e Marcello Grisotti, foto Aragozzini
IX Triennale di Milano, 1951
Scalone d’onore, Luciano Baldessarri e Marcello Grisotti, foto Aragozzini
XII Triennale di Milano, 1960<br/>Lampadario “Carciofo”, Poul Henningsen
XII Triennale di Milano, 1960
Lampadario “Carciofo”, Poul Henningsen
X Triennale di Milano, 1954<br/>Sedia a sdraio in tubo di alluminio e tessuto nylon, Julien Herbert
X Triennale di Milano, 1954
Sedia a sdraio in tubo di alluminio e tessuto nylon, Julien Herbert
XVI Triennale di Milano, 1981<br/>Scultura a chiocchiola in betulla laminata, Tapio Wirkkala
XVI Triennale di Milano, 1981
Scultura a chiocchiola in betulla laminata, Tapio Wirkkala
Sitemap