Scopri

Verso la XXIII Esposizione Internazionale di Triennale Milano

DIARIO 2022

di Dimitri Kerkentzes
26 giugno 2020

L'11 giugno 2020 in Triennale si è svolto il secondo appuntamento di Verso la XXIII Esposizione Internazionale di Triennale Milano, intitolato La Terra vista dalla Luna. L’incontro è parte del percorso di avvicinamento all'Esposizione del 2022 e intende stimolare il confronto su alcuni temi centrali del nostro presente. A seguire, l'intervento del Segretario Generale del BIE Bureau International des Expositions Dimitri Kerkentzes.

La Terra vista dalla Luna, il secondo appuntamento di Verso la XXIII Esposizione Internazionale di Triennale Milano

Triennale Milano è un'istituzione e un'organizzazione culturale unica nel suo genere. Nell'ambito degli Expo, rappresenta una "nicchia", evidenziando – su scala più specialistica – gli aspetti più dinamici e innovativi delle Esposizioni Internazionali. Si è evoluta nel corso degli anni, interpretando le trasformazioni del XX secolo e del XXI secolo. Una lunga storia unisce il BIE Bureau International des Expositions e Triennale. La prima Esposizione Internazionale di Triennale registrata dal BIE si è tenuta nel 1933, cioè due anni dopo la fondazione del BIE. Da allora sono state organizzate 15 edizioni dell’Esposizione Internazionale di Triennale sotto l'egida del BIE. La registrazione della XXI Esposizione Internazionale, intitolata 21st Century. Design after Design, ha segnato una tappa fondamentale nella collaborazione tra il BIE e Triennale. Dopo quasi 20 anni, le due istituzioni si sono ricongiunte e hanno realizzato uno straordinario evento artistico, progettuale e culturale dedicato al XXI secolo.

Ogni edizione dell’Esposizione Internazionale di Triennale Milano è il riflesso del tempo in cui si svolge. Ogni manifestazione è uno straordinario forum, una piattaforma che rivela la forza visionaria del design e la sua capacità di affrontare le sfide contemporanee. La XXII Esposizione Internazionale è stata un esempio emblematico di indagine sui legami che uniscono gli uomini all’ambiente naturale e che nel corso degli anni sono stati profondamente compromessi, se non completamente distrutti. La manifestazione ha esaminato il rapporto tra l'uomo e la natura, mostrando come il design possa aiutare a capire alcune delle questioni più urgenti della società contemporanea, delle sue tendenze e sfide.
Il lavoro intrapreso da Triennale negli ultimi anni è stato davvero rilevante.

Foto di Gianluca di Ioia

Le mostre innovative, gli eventi, i workshop, i seminari, i concerti, le conferenze e gli incontri organizzati da Triennale, insieme ai forum tematici che si tengono in preparazione di ogni edizione dell’Esposizione Internazionale, hanno avuto un impatto evidente sul pubblico reale e virtuale, aumentandone la consapevolezza e il coinvolgimento. L'innovazione è sempre stata una delle caratteristiche essenziali dell’attività di Triennale. Il suo approccio – unico per la capacità di offrire una sintesi di varie tendenze, senza opporsi a esse – riflette la sua natura innovativa.

Le conferenze organizzate in vista della XXIII Esposizione Internazionale del 2022 mettono in evidenza come ogni seminario contribuisca, attraverso il coinvolgimento di esperti internazionali, alla comprensione dei temi in discussione. Questi appuntamenti sono anche un'occasione per gli organizzatori per precisare la loro visione della manifestazione e dei contenuti da proporre ai visitatori. Le Esposizioni Internazionali sono lo specchio del loro tempo. Riflettono le conquiste, le sfide e i modi innovativi di gestire i problemi che l'umanità si trova ad affrontare. Sono incontri emblematici che incoraggiano soluzioni sostenibili e contribuiscono al dibattito sul nostro futuro. Hanno un grande potere di trasformazione. Nel corso degli anni si sono trasformati e hanno anticipato le tendenze future. 

In questo nuovo contesto mondiale, determinato dalla pandemia di Covid-19, dalla crisi ambientale e dai recenti tragici eventi negli Stati Uniti, gli Expo e Triennale troveranno nuovi paradigmi per continuare a sostenere i cambiamenti culturali e sociali che emergeranno e offriranno migliori prospettive all'umanità. L'importante sfida insita nella pandemia e nella crisi economica, ambientale, sociale e culturale richiede un profondo cambiamento di mentalità.

World Expo, Milano, 2015

Gli Expo e Triennale Milano permettono a tutti noi di fare un passo indietro, di considerare diverse prospettive e punti di vista, di capire, di comprendere, di empatizzare e di discutere apertamente. Attraverso il loro contatto diretto con i cittadini e l’istruzione non formale che forniscono, Expo e Triennale sono nella posizione ideale per spiegare, coinvolgere e interagire con il pubblico su queste tematiche fondamentali. Le attuali questioni globali richiedono una risposta collettiva e dinamica per consentire a tutti gli attori di affrontare queste sfide senza precedenti. Gli Expo, riunendo una diversità di soggetti all'interno di un contesto non conflittuale, forniscono un palcoscenico di alto livello per la cooperazione, il coordinamento e l'azione congiunta su questi temi di vitale importanza per l'umanità.

In questa epoca di pandemia globale, il mondo si trova di fronte a universali sfide  sanitarie, economiche, ambientali e sociali. La strada da privilegiare è quella della ricerca di risposte condivise, coerenti e coordinate.

La pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto devastante sull'organizzazione di eventi in tutto il mondo e sulla vita delle istituzioni e degli operatori culturali. Tutti gli eventi fisici, compresi i grandi eventi internazionali, sono stati cancellati o rinviati. A questo proposito, vorrei raccontare la nostra esperienza con Expo 2020 Dubai. Per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori, del personale e dei partecipanti nel periodo precedente al lockdown, gli organizzatori di Expo 2020 Dubai hanno adottato una serie di misure per prevenire la diffusione del Covid-19. Ciò è stato particolarmente importante per coloro che lavorano alla costruzione del sito espositivo.

Dopo la richiesta del Governo degli Emirati Arabi Uniti di modificare le date di Expo 2020 Dubai, e in concertazione e solidarietà con i Paesi partecipanti che hanno espresso il desiderio di posticipare l'apertura dell'Expo per superare il problema della pandemia, l’Assemblea Generale del BIE ha deciso di posticipare l'Expo. L'adozione di questa risoluzione da parte di una maggioranza di due terzi ha sottolineato la vitalità, la solidarietà e l'impegno della comunità internazionale di Expo 2020 Dubai e, più in generale, di Expo. In quelle intense settimane, è stata dedicata un'attenzione particolare alla comunicazione. Ancora una volta, gli attori istituzionali hanno parlato con una sola voce, affidandosi ai comunicati stampa ufficiali per trasmettere lo stesso messaggio al pubblico.

A questo proposito, vorrei soffermarmi sul ruolo dei social media nella comunicazione di Expo. Il BIE ha seguito con grande interesse il progetto Triennale Decameron, un modo per rafforzare la comunità di Triennale ed affrontare i temi più rilevanti legati alla situazione critica dell’emergenza sanitaria. Allo stesso modo, i social network come Instagram offrono all'organizzatore di Expo 2020 Dubai e ai partecipanti più attivi una piattaforma per sviluppare il tema, tenendo conto delle tematiche emergenti e perfezionando così i contenuti dell'Expo.

Assemblea Generale del BIE Bureau International des Expositions

Per anticipare le sfide che potrebbero presentarsi, il BIE ha lavorato a stretto contatto con Expo 2020 Dubai per studiare le misure che consentiranno un'esperienza sicura per i visitatori. Considerando le incertezze che ancora caratterizzano il futuro, è fondamentale che tutte le istituzioni culturali collaborino per individuare innovazioni e soluzioni che permettano ai visitatori di vivere le mostre di persona, in sicurezza e in modo nuovo. La collaborazione e l'impegno di queste istituzioni culturali sarà fondamentale per il successo dell'adozione e della realizzazione dei prossimi passi.

In conclusione, gli appuntamenti del ciclo Verso la XXIII Esposizione Internazionale di Triennale Milano consentono un duplice approccio: da un lato, la continuazione dello sviluppo tematico iniziato con la XXII edizione e dall'altro, la riflessione sulle sfide che l'umanità si trova ad affrontare con l'attuale pandemia globale e la crisi economica, ambientale e sociale, che richiedono risposte urgenti e un'azione comune ed efficace. Sono convinto che entrambi gli aspetti saranno sviluppati e presentati nella XXIII edizione dell’Esposizione Internazionale e potranno beneficiare di una molteplicità di prospettive grazie all'ambiente privilegiato e unico che Triennale ha sempre coltivato e promosso. Il BIE e Triennale Milano, forti del profondo legame storico che li unisce e della loro lunga collaborazione, lavoreranno a stretto contatto per individuare soluzioni e realizzare un evento straordinario e innovativo.

La Terra vista dalla Luna, il secondo appuntamento di Verso la XXIII Esposizione Internazionale di Triennale Milano

Dimitri Kerkentzes è Segretario Generale del BIE Bureau International des Expositions, l'organizzazione intergovernativa che regola e supervisiona le Esposizioni Internazionali. Kerkentzes è entrato a far parte del BIE nel 2003 ed è stato nominato Vice Segretario Generale nel 2015. In precedenza ha lavorato nel settore dell'energia a Londra, prima di trasferirsi alle Nazioni Unite a New York nel 2001. Si è laureato all'Università del Kent con un Master in Relazioni Internazionali e Diritti Umani.

Sitemap