Scopri

“È una musica che ti avvolge, che non si ferma mai”

Ist sehr seltsam

25 marzo 2020

Per Triennale Decameron, il regista Damiano Michieletto, in dialogo con Lorenza Baroncelli, Direttore Artistico di Triennale Milano, racconta l’opera Salome di Richard Strauss che stava preparando per il Teatro alla Scala, diretta da Riccardo Chailly.

Foto di Yasuko Kageyama

“Ho cercato di dare una lettura umana alla storia di Salome, che affonda le sue radici nel mondo mitologico e in quello biblico. Ogni volta che ho a che fare con una storia mitologica, mi piacere lavorare per allontanare i personaggi dagli altari e restituirgli la loro umanità. Uso la dimensione mitologica e etica e, al tempo stesso, tolgo ai personaggi la retorica e la pesantezza che si portano dietro.”

Damiano Michieletto ha selezionato alcuni brani per raccontare l'opera Salome di Richard Strauss

"La cosa prima da farsi quando si analizza un’opera teatrale è farsi le domande giuste che ti permettono di aprire le porte giuste."

“Il mio augurio per noi che facciamo questo lavoro è che ci sia la possibilità di sviluppare delle idee nuove. Abbiamo il compito di stimolare la società per ripartire con un’Europa diversa.”

Foto di Stefano Guindani

Damiano Michieletto è uno dei rappresentanti più interessanti della giovane generazione di registi italiani sulla scena internazionale. Studia opera e produzione teatrale presso la Scuola d’Arte Drammatica di Milano Paolo Grassi e si laurea in lettere moderne presso l’Università di Venezia, sua città natale. La sua produzione di Švanda il pifferaio di Jaromír Weinberger, acclamata dalla critica al Wexford Festival del 2003, vince l’Irish Times ESB Theatre Award. Tra gli appuntamenti del 2019: nuove produzioni di Der Ferne Klang di Schreker a Francoforte e Alcina di Händel al Festival di Salisburgo (Pentecoste e festival estivo), riprese della Scala di seta alla Royal Opera House di Muscat, Don Pasquale a Parigi e a Londra, Die Lustige Witwe a Roma, Il viaggio a Reims a Melbourne e Sidney e Luisa Miller e Cavalleria rusticana/Pagliacci a Barcellona. Nel 2020 Michieletto firma due nuove produzioni per il Teatro alla Scala, Salome di Strauss e il dittico formato dagli atti unici Erwartung di Schönberg e Intolleranza 1960 di Nono, e torna alla Monnaie di Bruxelles con Der Rosenkavalier di Strauss in un nuovo allestimento. Oltre all’intensa attività nel teatro lirico, Damiano Michieletto è attivissimo anche nel teatro di prosa, altrettanto importante nel suo percorso artistico. Ha messo in scena un’edizione originalissima e molto apprezzata de Il Ventaglio di Goldoni a cui hanno fatto seguito L’Ispettore generale di Gogol con il Teatro Stabile del Veneto, in una visione corrosiva e coinvolgente, Divinas palabras di Ramón María del Valle-Inclán per il Piccolo Teatro di Milano, testo fondamentale e visionario del teatro spagnolo del Novecento, e nell’aprile 2016 la nuova produzione de L'Opera da tre soldi di Bertold Brecht e Kurt Weill al Piccolo Teatro di Milano.

Crediti

Testi di Damiano Michieletto

Eventi correlati

Sitemap