Scopri

“Wonder if he’ll ever know he’s in the best selling show”

Is there life on Mars?

11 marzo 2020

Per Triennale Decameron, dagli spazi vuoti del Palazzo dell'Arte, il compositore e polistrumentista Saturnino si è esibito con il basso, il suo strumento prediletto, in una live performance in cui ha presentato una selezione di brani scelti per l'occasione.

Saturnino, Triennale Decameron

Foto di Gianluca di Ioia
Foto di Gianluca di Ioia

Saturnino è un polistrumentista, compositore e produttore discografico italiano. Nei suoi album si trovano diversi generi musicali, in cui sono percepibili le influenze classiche derivate dagli studi di violino in gioventù, ma anche di rock, jazz, hip hop e funk. Dal 1991 è il bassista di Jovanotti con cui ha scritto molti brani, tra i quali: CoraggioBrutoBenvenuti nella giungla, Ragazzo fortunato, Io no, Serenata Rap, Attaccami la spina, Soleluna, Per te, Salvami, Penso positivoL'ombelico del mondo, Mezzogiorno, Safari, Il più grande spettacolo dopo il Big BangSabatoGli immortali, Baciami ancora, colonna sonora dell'omonimo film di Gabriele Muccino vincitrice del David di Donatello come miglior canzone originale, e molti altri. Nel 1995 esordisce come solista con l'album Testa di basso, nel quale suona, oltre al basso, chitarra e batteria. Negli anni successivi pubblica altri due album solisti, Zelig e Clima, e un album dal vivo, Satournino. Nel 1997 ha prodotto per l'etichetta Soleluna l'opera prima di Giovanni Allevi 13 dita. Nel 1999 ha collaborato alla realizzazione del brano Il mio nome è mai più, con Jovanotti, Ligabue e Piero Pelù. Nel corso degli anni ha collaborato con numerosi artisti, tra i quali Franco Battiato, suonando nel suo album L'imboscata, Mietta, Gigi Cifarelli, Michael "Patches" Stewart, Pino Daniele, Luca Carboni, 883, Max Pezzali, Zero Assoluto, Pippo Pollina, Stylophonic, Roy Paci & Aretuska. Nel 2004 realizza un tour intitolato "Bass to the bones", con i musicisti Riccardo Onori, chitarrista con lui nella band di Jovanotti, DJ Aladyn e Riccardo Speca.

Foto di Gianluca di Ioia

Sitemap