Avviso di manifestazione di interesse
Progettazione e direzione lavori del progetto Back to Muzio promosso da Triennale Milano

La Fondazione La Triennale di Milano intende procedere con un processo di ridistribuzione delle funzioni del palazzo mediante un ridisegno degli spazi interni in rapporto al progetto del Palazzo dell’Arte di Giovanni Muzio (1933).  Triennale intende, quindi, rinnovarsi attraverso una rilettura e riproposizione dell’identità che le è propria e recuperarne le connotazioni spaziali e funzionali.

Con il presente avviso Triennale intende espletare un’indagine di mercato al fine di individuare gli operatori economici (ad es.: architetti, ingegneri, progettisti,….), in possesso dei requisiti di cui al presente avviso, da invitare alla successiva procedura ai sensi dell’art. 36, comma 2 lett. b, D.Lgs. n.50/2016, per l’affidamento dell’appalto del servizio di progettazione architettonica definitiva ed esecutiva, direzione lavori e affiancamento al RUP riferiti al progetto Back to Muzio.

Gli operatori economici interessati alla presente procedura, dovranno inviare la propria candidatura, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 12.00 CET del giorno 2 luglio 2019 ai seguenti recapiti:

PEC: affarigenerali@pec.triennale.it
e in copia conoscenza a ilenia.corradin@triennale.org e clara.angioletti@triennale.org
specificando in oggetto: Candidatura avviso di manifestazione di interesse progettazione e DL  Back to Muzio.

Eventuali richieste di informazioni complementari e/o di chiarimenti possono essere presentate a affarigenerali@pec.triennale.it con in cc ilenia.corradin@triennale.org e clara.angioletti@triennale.org entro il termine delle ore 12.00 CET del giorno 27 giugno 2019.

Avviso di manifestazione di interesse
Allegato A
Allegato B
Allegato C
Allegato D




FAQ

QUESITO 1

Quali specifiche competenze sono richieste per ciascuno dei seguenti servizi?
- Progettazione definitiva;
- Progettazione esecutiva;
- Direzione Lavori.

CHIARIMENTO 1

Consultare allegato A del presente avviso. L’elenco è indicativo e non esaustivo o vincolante. Vi sarà indicazione completa dei servizi richiesti in fase di procedura negoziata.

QUESITO 2

L'eventuale incarico comprende anche la sottoscrizione e presentazione delle pratiche amministrative necessarie per la realizzazione del progetto?

CHIARIMENTO 2

Si, comprende sottoscrizione e presentazione delle pratiche amministrative necessarie.

QUESITO 3

L'attività di Direzione Lavori richiesta verrà formalmente indicata nella pratica amministrativa presentata presso l'amministrazione Comunale o sarà un'attività di supporto alla DD.LL ufficialmente incaricata da Triennale?

CHIARIMENTO 3

L'attività di Direzione Lavori richiesta verrà formalmente indicata nella pratica amministrativa presentata presso l'amministrazione Comunale.

QUESITO 4

Al punto 5 (modalità di presentazione della manifestazione di interesse) si chiede se all’interno del portfolio tutti i n°3 servizi da presentare debbano essere inerenti a incarichi svolti sia per la progettazione esecutiva che per la Direzione Lavori oppure se possano essere inseriti all’interno del portfolio ad esempio n°2 servizi per i quali si siano svolti incarichi solo per progettazione esecutiva e n°1 servizio svolto con incarico per la sola Direzione Lavori.

CHIARIMENTO 4

Si possono indicare n°3 servizi inerenti a incarichi svolti per la progettazione definitiva, esecutiva e Direzione Lavori, senza che i differenti incarichi siano stati svolti contemporaneamente in tutti gli incarichi presentati.

QUESITO 5

Si chiede cortesemente di specificare la categoria di vincolo per gli edifici sui quali siano stati svolti gli incarichi per l’assolvimento della richiesta di redazione del portfolio come da punto 5 dell’avviso da voi pubblicato e se possano essere ricompresi gli edifici con valore estetico - culturale – ambientale rappresentati nella tavola R06 “analisi del valore storico morfologico” del PGT del Comune di Milano.

CHIARIMENTO 5

Si considerino adeguati tutti i beni che sono tutelati da vincolo riconosciuto nel codice dei beni culturali e del paesaggio. Possono anche essere ricompresi gli edifici rappresentati nella tavola R06 del PGT del Comune di Milano.

QUESITO 6

Si chiede se l’incarico di progettazione sia articolato nelle classi e categorie identificate come da Tabella Z del D.M. 17 giugno 2016, contenente “Approvazione delle tabelle dei corrispettivi commisurati al livello qualitativo delle prestazioni di progettazione adottato ai sensi dell'art. 24, comma 8, del decreto legislativo n. 50 del 2016” e se così fosse si chiede cortesemente di specificarne le destinazioni funzionali, classi e categoria, grado di complessità e definire quale categoria risulta come principale (ad esempio: progettazione architettonica definitiva ed esecutiva) e quali come secondarie (ad esempio: progettazione illuminotecnica, strutturale, antincendio, verifiche e collaudi).

A questo proposito si chiede se con esclusivo riferimento alle sole categorie “edilizia” e “strutture”, ai sensi dell’articolo 8 del D.M. n. 17/6/2016, gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore all’interno della stessa categoria d’opera, e se pertanto nell’ambito della stessa categoria edilizia, le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare (non necessariamente di identica destinazione funzionale) sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare.

CHIARIMENTO 6

Tali dettagli verranno definiti e specificati nella procedura che seguirà il presente avviso di manifestazione di interesse.

 

Sitemap