New Website in Beta Version

XXII Triennale di Milano

Llareta #0308-2B31 (Up to 3,000 years old; Atacama Desert, Chile), from The Oldest Living Things in the World by Rachel Sussman

Broken Nature: Design Takes on Human Survival

A cura di Paola Antonelli

Progetto di allestimento Studio Folder Matilde Cassani

Catalogo Triennale Milano in partnership with Electa

Broken Nature è un’indagine approfondita sui legami che uniscono gli uomini all’ambiente naturale, legami che nel corso degli anni sono stati profondamente compromessi, se non completamente distrutti. La XXII Triennale di Milano, analizzando vari progetti di architettura e design, esplorerà il concetto di design ricostituente e metterà in luce oggetti e strategie, su diverse scale, che reinterpretano il rapporto tra gli esseri umani e il contesto in cui vivono, includendo sia gli ecosistemi sociali che quelli naturali.

La mostra tematica comprende una selezione di un centinaio di progetti degli ultimi tre decenni, esempi di design, architettura e arte ricostituente provenienti da tutto il mondo. Tra di essi, Broken Nature ospita installazioni e oggetti nuovi – come Transitory Yarn di Alexandra Fruhstorfer, Nuka-doko di Dominique Chen e Whale Song di Google Brain – accanto a pietre miliari come l’Hippo Roller di Pettie Petzer e Johan Jonker, il progetto residenziale Quinta Monroy di Elemental, le 100 sedie in 100 giorni di Martino Gamper, ed Eyewriter low-cost di Zach Lieberman (e altri), un sistema open source di tracciamento oculare. Questi progetti, che hanno svolto un ruolo essenziale nella storia e nell’avanzamento del design, hanno esercitato in alcuni casi un impatto memorabile sulla società e sul modo in cui gli esseri umani interagiscono con il mondo che li circonda. Per la prima volta vengono inseriti in un unico dialogo e in un unico spazio, allo scopo di svelare il potenziale del design come catalizzatore di cambiamenti sociali e comportamentali.

La mostra tematica include anche alcuni lavori commissionati appositamente ad Accurat, Formafantasma, Neri Oxman e Sigil Collective.

Approfondisci i temi della mostra su brokennature.org e acquista il catalogo su electa.it.

Highlights

Futurefarmers (Amy Franceschini), Seed Procession, 2016. Seed Journey. 2016 - ongoing. Photo: Monika Lovdahl. Courtesy Futurefarmers

buro BELÉN (Brecht Duijf, Lenneke Langenhuijsen), SUN+, UPF8 and UPF20 Wearable. 2018. Photo: Jantien Roozenburg. Courtesy the designers

Jorge Mañes Rubio and Amanda Pinatih, Design Museum Dharavi. 2016. Photo: Courtesy the designers

Stephan Bogner, Philipp Schmitt and Jonas Voigt, Raising Robotic Natives, Bottle Feeder. 2016. Photo: Courtesy the designers

Capsula Mundi, Anna Citelli e Raoul Bretzel

Crediti

Team curatoriale:
Ala Tannir, Laura Maeran, Erica Petrillo e Laurie Mandin (intern)

Coordinatrice del progetto:
Laura Agnesi

Responsabile delle relazioni internazionali:
Marco Sammicheli

Immagine coordinata:
Anna Kulachek con Dario Zampiron

Allestimento:
Studio Folder (Elisa Pasqual e Marco Ferrari) e Matilde Cassani

Progetto grafico del catalogo:
Anna Kulachek e Studio Folder

Responsabili editoriali:
Edoardo Bonaspetti e Stefano Cernuschi

Eventi correlati

Partecipazioni Internazionali

Algeria Australia Austria Cina Cuba Finlandia Francia Germania Italia Libano Lituania Myanmar Paesi Bassi Polonia Regno Unito Repubblica Ceca Russia Slovenia Sri Lanka Stati Uniti Tunisia

MOSTRE

Intero
18€
Studenti
14€
Under 26
14€
Over 65
14€
Disabile
14€
Giornalista professionista
Ingresso gratuito
Giovani fino ai 16 anni
Ingresso gratuito
Amici della Triennale
Ingresso gratuito
ICOM
Ingresso gratuito
Abbonamento Musei Lombardia
Ingresso gratuito
M-ID Card
Ingresso gratuito
Accompagnatore gruppi
Ingresso gratuito
Accompagnatore disabile
Ingresso gratuito
Visitatori Repower
14€
Ridotto dipendenti ATM
13€
Ridotto abbonati ATM
13€

Il biglietto è unico per tutti gli eventi

Anteprima Archivio Digitale

XII Triennale di Milano, 1960<br/>Vano ellittico della Mostra storia del piatto e della posata, Ernesto Nathan Rogers e Enrico Peressutti, foto Publifoto
XII Triennale di Milano, 1960
Vano ellittico della Mostra storia del piatto e della posata, Ernesto Nathan Rogers e Enrico Peressutti, foto Publifoto
VI Triennale di Milano, 1935<br/>Bozzetto per l’allestimento della sezione retrospettiva, Leo Longanesi, foto Crimella
VI Triennale di Milano, 1935
Bozzetto per l’allestimento della sezione retrospettiva, Leo Longanesi, foto Crimella
XIV Triennale di Milano, 1968<br/>Allestimento della sezione messicana, Eduardo Terrazas
XIV Triennale di Milano, 1968
Allestimento della sezione messicana, Eduardo Terrazas
IX Triennale di Milano, 1951<br/>Atrio, Luciano Baldessarri e Marcello Grisotti
IX Triennale di Milano, 1951
Atrio, Luciano Baldessarri e Marcello Grisotti